Bike-sharing, l’Industriale punta a recuperare sei ciclostazioni abbandonate

Sottoscritta stamani presso l’Istituto Tecnico Industriale “Giovanni Battista Bosco Lucarelli” di Benevento la Convenzione del progetto “RE-MOVE”, promosso dallo stesso Istituto scolastico, dalla Provincia di Benevento e con la società Bicincittà per il recupero e la valorizzazione delle ciclo-stazioni per il bike sharing presenti in città.

Il programma di valorizzazione di questi impianti, che vede attori gli stessi Allievi del prestigioso Istituto “Lucarelli”, in particolare gli studenti del 4° anno seguiti dai docenti Armando Calabrese e Antonio Pepe, rientra non solo nel contesto di una programmazione di politiche per lo sviluppo sostenibile nel capoluogo sannita, ma anche per il suo recupero urbano. La valenza del programma ai fini didattici è dunque interdisciplinare ed, in quanto tale, costituisce un tassello significativo e qualificante nel percorso formativo e nell’arricchimento delle competenze degli allievi dell’Istituto di viale San Lorenzo di Benevento.

Questo concetto è stato sottolineato con soddisfazione dal Presidente della Provincia che si è complimentato vivamente per l’iniziativa con la Dirigente scolastica del “Lucarelli” Maria Gabriella Fedele e i docenti dell’Istituto. Il Presidente Lombardi ha anche effettuato con la stessa Dirigente Fedele, con l’assessore comunale Maria Carmela Serluca, i docenti impegnati del progetto “Re-MOVE ed il prof. Carlo Mazzone, ed il Dirigente del Settore Tecnico della Provincia Angelo Carmine Giordano un sopralluogo nel grande complesso edilizio del “Lucarelli” ed in particolare in un’area interessata da futuri interventi di ristrutturazione e recupero funzionale.

Il progetto “Re-Move – recupero del bike-sharing” nasce da una riflessione riguardo la carenza di un sistema di mobilità dolce che possa integrarsi con il trasporto pubblico su gomma e che permetta a un certo numero di cittadini, lavoratori, studenti o turisti, di spostarsi a medio-corto raggio senza dover ricorrere all’uso delle automobili, contribuendo così a migliorare la qualità degli spostamenti, a decongestionare il traffico veicolare senza inquinare. Con la sigla della convenzione, l’Istituto Industriale “G. Bosco Lucarelli” intende riattivare il vecchio sistema di mobilità lenta attraverso il recupero delle sei ciclo stazioni presenti sul territorio.

Le attività riguarderanno gli studenti del quarto anno iscritti nelle articolazioni di automazione, costruzione del mezzo, elettronica, elettrotecnica, energia, informatica, meccatronica e telecomunicazioni. L’obiettivo didattico è di stimolare gli studenti ad una conoscenza approfondita del territorio per renderli cittadini consapevoli della gravità delle tematiche ambientali ed indirizzarli verso una forma mentis volta a privilegiare gli aspetti di sostenibilità ambientale previsti nell’obiettivo 11 dell’Agenda 2030, cioè “rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”. Le attività saranno coordinate dai proff.ri Armando Calabrese e Antonio Pepe.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.