Brescia-Benevento 1-0: Bianchi beffa la Strega nel recupero

Al “Mario Rigamonti” di Brescia il via alla sesta giornata del campionato di serie B, con i padroni di casa che ospitano il Benevento. Caserta, come anticipato nella conferenza stampa di ieri, opta per dei cambi nell’undici titolare e rispetto alla formazione iniziale che ha affrontato il Cagliari ci sono Leverbe, Letizia, Schiattarella, Foulon e Simy. Quest’ultimo, quindi, agisce accanto a Forte in attacco. In difesa esordio per l’ex Pisa, con il trio davanti a Paleari completato da Glik e Veseli. A centrocampo Acampora torna nella posizione di mezzala sinistra, quella a lui più congeniale, con Karic a destra del regista Schiattarella. Tra i biancazzurri c’è Benali a supporto delle due punte Ayé e Moreo, con Clotet che opta per un 4-3-1-2, con il trio di centrocampo formato da Bisoli, Labojko, Bertagnoli. In difesa, con Lezzerini tra i pali, linea a quattro formata da Karacic, Papetti, Adorni e Mangraviti. Diverse, inoltre, le assenze tra i padroni di casa, con Clotet che stasera deve rinunciare a Cistana, Jallow, Van de Looi e Federico Viviani. Prima del fischio d’inizio riparato un buco nella rete sotto alla porta adiacente il settore ospiti e osservato un minuto di raccoglimento per le vittime dell’alluvione che ha colpito le Marche. All’8′ il primo squillo della partita è del Benevento, con Acampora che ci prova dal limite e Lezzerini si salva in angolo. Al 13′ risponde il Brescia, con Moreo che di testa raccoglie l’invito di Bertagnoli dalla sinistra e il pallone finisce fuori. Al 14′ pericolo nell’area del Brescia, con Adorni che anticipa Simy e allontana il pallone in angolo. Dal corner colpo di testa dello stesso Simy deviato da Papetti e nuovo corner per la Strega. Dagli sviluppi di quest’ultimo conclusione angolata di Acampora e Lezzerini si distende e blocca la sfera. Al 18′ occasionissima per i padroni di casa: cross di Kararic e colpo di testa dell’indisturbato Benali che finisce fuori. Nella difesa giallorossa è Leverbe ad agire da centrale e non Glik, con quest’ultimo che di conseguenza è piazzato a destra del terzetto difensivo. Al 26′ ci prova Forte e la sua conclusione è bloccata senza problemi da Lezzerini. Il portiere del Brescia al 30′ è bravissimo a smanacciare il tiro-cross di Letizia dalla destra ed evita nuovamente guai peggiori al Brescia. Al 40′ contatto tra Glik e Benali nell’area del Brescia, con la partita che si innervosisce e vengono ammoniti Benali e Schiattarella. Non c’è il controllo al Var, con Ghersini e Scatragli che dicono di fatto a Gualtieri di proseguire. Al 45′ Karic alza bandiera bianca a causa di una botta presa in precedenza e al suo posto entra in campo Koutsoupias. Al 49′, dopo quattro minuti di recupero, termina una prima frazione incattivitasi nelle battute conclusive.

Nella ripresa al 5′ cross dalla sinistra di Mangraviti e il colpo di testa di Moreo è deviato in angolo da Veseli. Al 15′ primi cambi tra i padroni di casa, con Clotet che inserisce Ndoj e Galazzi rispettivamente al posto di Bisoli e Benali. Al 20′ doppia occasione per Moreo che di testa chiama all’intervento Paleari e sulla ribattuta da ottima posizione manda il pallone alto. Il pericolo scampato spinge Caserta a fare un doppio cambio e Caserta butta in campo La Gumina e Improta. A fargli posto Simy e Schiattarella, con la Strega che passa al 3-4-3. Al 23′ ripartenza Brescia, con Paleari che esce alla disperata e Galazzi conclude fuori. Un’altra buona chance da rete per i padroni di casa, con il Benevento in affanno e con poche idee in questa ripresa. Al 26′ punizione di Letizia, con Leverbe che salta più in alto di tutti e conclude oltre la traversa. Al 31′ altro pericolo per il Benevento, con Koutsoupias che va vicino all’autogol nel tentativo di allontanare un pallone pericoloso sugli sviluppi di una punizione calciata dalla sinistra. Al 32′ altri due cambi per la Strega ed entrano in campo Ciano e Kubica. Si torna, quindi, al 3-5-2, con Improta che arretra di qualche metro e va a fare il quinto a destra e Ciano, entrato al posto di Forte, che va ad affiancare La Gumina in attacco. Kubica, invece, si piazza al centro della mediana e per il polacco quello di stasera è l’esordio con la Strega. Al 41′ il Brescia ci prova con una punizione calciata da Ndoj, con Paleari che è attento e allontana la sfera. Il vantaggio dei padroni di casa arriva al 47′ e a far impazzire il “Rigamonti” è Bianchi che beffa Paleari con una forte conclusione all’ingresso dell’area. Per il Benevento terza sconfitta in campionato, seconda consecutiva, e giunta al termine di un secondo tempo imbarazzante. Continua, invece, il momento magico delle rondinelle che conquista la quinta vittoria e sale a quota quindici punti.

Tabellino
Brescia (4-3-1-2): Lezzerini; Karacic, Papetti, Adorni, Mangraviti; Bertagnoli, Labojko, Bisoli (15′ st Ndoj); Benali (15′ st Galazzi); Ayé (41′ st Niemeijer), Moreo (27′ st Bianchi). A disp.: Andrenacci, Huard, Garofalo, Olzer. All.: Clotet 
Benevento (3-5-2): Paleari; Glik, Leverbe, Veseli; Letizia (32′ st Kubica), Karic (45′ pt Koutsoupias), Schiattarella (20′ st Improta), Acampora, Foulon; Forte (32′ st Ciano), Simy (20′ st La Gumina). A disp.: Manfredini, Masciangelo, Farias, Thiam Pape, Pastina, Vokic, Capellini. All.: Caserta 
Arbitro: Gualtieri di Asti
Assistenti: Imperiale e Moro
IV uomo: Maggio
VAR e AVAR: Ghersini e Scatragli 

Marcatori: 47′ st Bianchi

Note: terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Benali (Bs), Schiattarella (Bn), Leverbe (Bn), Glik (Bn), Acampora (Bn), Koutsoupias (Bn), La Gumina (Bn), Bianchi (Br). Recupero: 4′ pt, 4′ st

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.