Il buon caffè da Vincenzo, in città da oltre trent’anni

Il buon caffè da Vincenzo, in città da oltre trent’anni

"L'idea di chiamare il mio bar Meeting la devo a un mio amico, è stato lui a consigliarmi di chiamarlo così"

SHARE

Nella città di Benevento sono tante le persone che con i loro sacrifici hanno messo su attività che ancora oggi continuano ad avere un certo appeal e tra queste c’è il Bar Meeting di via Nicola Sala.  “Il segreto del mio successo – afferma il titolare Vincenzo Aquino – è la passione che sia io, ma anche i miei collaboratori, mettiamo nel svolgere al meglio la nostra professione. Quest’attività è nata dopo tanti sacrifici da parte del sottoscritto e questi sacrifici credo che siano valsi a qualcosa.

Il suo bar è un pezzo di storia della città e come è nata l’idea di chiamarlo Meeting?

Siamo qui da oltre trentacinque anni e l’idea di chiamare questo bar, Meeting, la devo a un mio amico che agli inizi degli anni ottanta, quando venne a sapere la mia intenzione di aprire un bar, mi consigliò di chiamarlo meeting che in inglese vuol dire incontro. La mia idea infatti era proprio quella di creare un luogo d’incontro per diverse fasce d’età e ancora oggi questo bar continua a mantenere questa caratteristica, essendo frequentato quotidianamente sia dai ragazzi che dalle persone adulte che vengono qui non solo per bere un caffè al volo, ma anche per trattenersi un po’ dopo aver consumato un caffè o qualche altra nostra specialità.

Alcuni suoi colleghi del centro storico a causa della situazione legata ai dehors stanno vivendo settimane assai complicate e c’è qualcosa che si sente di dire a loro?

Ai miei colleghi di Corso Garibaldi dico di avere la forza di andare avanti e di non mollare. Benevento è una città che sotto diversi punti di vista ha davvero poco da offrire ormai e l’amministrazione comunale mi auguro che non ostacoli i miei colleghi perché per loro sarebbe davvero una grande beffa.

SHARE