Cambio al vertice di Ndc: Agostinelli dà le dimissioni

Si è svolta, stamane, presieduta dal segretario nazionale Clemente Mastella una riunione del coordinamento provinciale di Noi di Centro. “La riunione – si legge nella nota – è stata utile per approfondire, a distanza di un mese e dunque con la necessaria freddezza, gli esiti delle Elezioni Europee dell’8 e 9 giugno.

In provincia di Benevento è emerso, in maniera lapalissiana, un dato aritmetico: Noi di Centro è l’ago della bilancia tra gli schieramenti concorrenti di centro-destra e centro-sinistra. Un semplice calcolo aritmetico testimonia che – analizzano i mastelliani – un’ipotetica coalizione di centro-sinistra con i voti della lista Stati Uniti d’Europa avrebbe toccato quota 60mila voti e surclassato il centrodestra, all’inverso se il tesoretto moderato si dirigesse verso il centrodestra non ci sarebbe più partita. Noi di Centro è l’elemento politico-matematico determinante per sancire i rapporti di forza tra le coalizioni nel Beneventano, anche e soprattutto in vista delle prossime Regionali, nelle quali saremo presenti in tutta la Campania”.

Per questo il segretario nazionale Mastella “ha sollecitato la classe dirigente del partito a moltiplicare gli sforzi per rafforzare l’organizzazione e la presenza sul territorio in vista dei prossimi appuntamenti elettorali che – come noto – saranno con sistema maggioritario, a partire dalle prossime Elezioni Regionali che si terranno verosimilmente nella primavera del 2026. Le alleanze saranno decise in una logica a pacchetto. Non saranno mai più tollerati opportunismi: se si gioca nella stessa squadra questo dovrà accadere a Napoli (Regione), Roma (Politiche) e a Benevento (Provinciali e Amministrative). Sarà la conditio sine qua non di ogni dialogo.

E’ stato ribadito, dal segretario nazionale Mastella, che sono per ora prive di fondamento indiscrezioni su possibili candidature per i prossimi appuntamenti elettorali e che non c’è nessuna guerra di posizione da combattere all’interno del partito. Le finestre elettorali (Regionali, Provinciali, Politiche, Amministrative) saranno affrontate con efficacia mantenendo compattezza e solidità. Si decideranno gli uomini e le donne che dovranno scendere in campo in prima persona con un metodo collegiale, condiviso e con la sola condizione dell’unanimità e dello spirito di mettersi al servizio di una squadra”.

Il coordinamento, infine, ha preso atto delle dimissioni da segretario provinciale di Carmine Agostinelli, ringraziandolo del lavoro sin qui svolto. Sono stati designati, dunque, i nuovi vertici provinciali del partito: Marcella Sorrentino, assessore di Montesarchio, ricoprirà l’incarico di segretario provinciale e Giuseppe Ricci, sindaco di San Giorgio del Sannio, quello di presidente del partito.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.