Capodanno, divieto di somministrare bevande in vetro e limiti per l’uso di fuochi d’artificio

Con un’ordinanza del sindaco Clemente Mastella è disposto, su tutto il territorio comunale dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 7 del primo gennaio, il divieto di vendere o somministrare bevande per asporto in bottiglie, bicchieri e contenitori in vetro. La proibizione si applica a tutti i tipi di attività operanti sul territorio comunale, inclusa la modalità di vendita tramite distributori automatici. Disposto anche l’obbligo di non consumare e di non abbandonare in luogo pubblico bevande di qualsiasi tipo contenute in bottiglie o altri recipienti in vetro.

Il documento sindacale è motivato dalla necessità di prevenire atti di irresponsabilità e vandalismo e per tutelare il decoro e l’incolumità pubblica. L’ordinanza dispone, altresì, che è consentita l’accensione di fuochi d’artificio solo ed esclusivamente della categoria F1 e F2, di cui al decreto legislativo 123 del 2015. In ogni caso è raccomandata la massima moderazione nell’uso a tutela delle categorie fragili e per evitare traumi agli animali. 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.