Carcere: “Coltello e minacce a comandante di reparto”, ancora una denuncia del Sinappe

“Ancora un episodio grave presso la casa circondariale di Benevento, un detenuto internato nel circuito media sicurezza era stato convocato nella sala comando sorveglianza generale per un cambio di cella allorquando con fare molto aggressivo già verbalmente ha estratto un coltello di 30 centimetri tra lama e manico, minacciando un ispettore, comandante di reparto sorveglianza generale di turno, per poi venire fermato e portato in cella isolamento”, è quanto denunciato dal segretario nazionale del SiNAPPe Fernando Mastrocinque.

“In cella isolamento non si è calmato ma anzi ha dato fuoco agli arredi per un nuovo intervento del personale che lo ha portato in un’altra cella dove finalmente sono cessate le sue condotte violente. Va elogiata ancora una volta la professionalità e la capacità di risposta dei poliziotti penitenziari di Benevento ma la situazione sta diventando sempre più complessa e difficile”, ha aggiunto Mastrocinque.

“Ancora un episodio di violenza e minacce nei confronti di agenti polizia penitenziaria, stavolta di un ispettore superiore, comandante di turno presso la casa circondariale di Benevento, dove la situazione appare sempre più a rischio e tale da richiedere dei correttivi, con una gestione della sicurezza nel circuito penitenziario adeguata e con un organico da potenziare”, la conclusione di Fernando Mastrocinque.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.