Strega, occhio all’attacco della Carrarese: servirà un’altra gara difensivamente perfetta

I numeri della Carrarese di mister Calabro, prossima sfidante della Strega nelle semifinali PlayOff di serie C, sottendono dei valori piuttosto importanti circa l’aspetto del rendimento offensivo. I toscani, che hanno concluso la regular season al 3° posto – come il Benevento, ma con 7 punti in più dei giallorossi -, hanno collezionato nel proprio girone B una differenza reti da urlo: escluso il Cesena, che ha disputato quasi una competizione a parte, la Carrarese ha concluso con un positivo di +24 (55 gol segnati, 30 subiti).

La squadra di Calabro, d’altronde, specialmente per quanto concerne il reparto avanzato, gode di nomi di rinomato spessore, che mal si addicono alla definizione di outisder affibbiata ai marmiferi: Panico, Finotto e Giannetti, su tutti, hanno regolarmente bazzicato in cadetteria; ora impreziosiscono, e non poco, un organico di terza serie già di tutto rispetto. Anche in questo avvio di PlayOff, la Carrarese ha confermato una dote realizzativa nient’affatto male: in quattro partite delicate, le quali solitamente presentano punteggi da “under”, ha già siglato 6 reti.

Di contro, però, c’è un dato che sorride ai giallorossi in vista del doppio confronto con i toscani: delle quattro gare inaugurali del mini torneo post regular season, la Carrarese ha vinto solo quella d’esordio con il Perugia (0-2), passando il turno grazie al doppio vantaggio maturato e, dunque, pur perdendo il match di ritorno (1-2). Con la Juve Next Gen, invece, dopo un pari in rimonta all‘andata (1-1), ha sofferto anche al ritorno (2-2), approdando in semifinale senza vincere nessuno dei due confronti con i torinesi. I marmiferi, dunque, non hanno ancora prevalso tra le mura amiche in questi PlayOff, avendo già incassato 5 reti in 4 gare, di fatto tradendo le statistiche difensive pressoché impeccabili sciorinate nella stagione regolare.

Specialmente per quanto concerne la sfida d’andata, che avrà luogo allo Stadio dei Marmi e che rappresenterà un delicatissimo crocevia per la stagione giallorossa, servirà una nuova performance difensiva impeccabile del Benevento. Contro la Torres, la Strega è stata in grado di subire zero gol in due sfide – contro una compagine piazzatasi davanti alla Carrarese e con una somma gol migliore di quest’ultima -, collezionando la diciassettesima clean-sheet stagionale. Capellini & co. sono già pronti: schermare l’arsenale offensivo dei toscani significherebbe sterilizzare un’enorme fetta della forza della squadra di mister Calabro.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.