1

Screening oncologici gratuiti a Sant’Agata de’ Goti con il camper Asl

Dal 26 al 28 novembre a Sant’Agata de’Goti in via Caudina, parcheggio piazza Ex Onmi, stazionerà il Camper Mobile Medico Asl per la campagna di prevenzione del Tumore. L’Assessore alle Politiche sociali Angelina Iannotta ci spiega che è possibile effettuare Pap test per donne dai 25 ai 64 anni, mammografia per donne dai 50 ai 69 anni e Kit colon retto per uomini e donne dai 50 ai 74 anni, eseguiti dal personale dell’Asl, a bordo del camper, senza prenotazione ed in maniera assolutamente gratuita.

“E’ un’occasione importante – prosegue Angelina Iannotta – per quanti vorranno ricevere un controllo gratuito e per prevenire tumori della mammella, del collo dell’utero e del colon retto. Lo scorso anno a questa campagna hanno aderito centinaia di cittadini in una sola giornata. Per quest’anno abbiamo 3 giorni a disposizione e quindi più possibilità e disponibilità per tutti. E’ un impegno importante quello del personale della nostra Asl Benevento che può salvare vite o evitare forme tumorali gravi!

“Andiamo a fare uno screening gratuito. Come dice la campagna di comunicazione “Prevenire è Amarsi”. Io aggiungo che è anche una opportunità per risparmiare perché tali test sono spesso effettuati a pagamento. In questi 3 giorni tutto avverrà gratuitamente. Questa è la buona sanità che ci piace proporre e promuovere. Ringrazio per la disponibilità il personale medico della Asl Benevento e il D.G. Gennaro Volpe, sempre sensibile, pronto a rispondere alle nostre richieste e attento alle problematiche sanitarie territoriali” ha dichiarato il sindaco Salvatore Riccio.




Sant’Agata, sabato ‘Appuntamento 10 Art’ con Livia Apa

Ultimi appuntamenti 10Art, dopo Massimo Bignardi, Cristina Donadio, Fabio Donato, Diego Watzke, Agostino De Rosa, Tonino Battista, Alessandra Riccio, Patrizio Trampetti, sabato 26 novembre, alle Cantine Mustilli di Sant’Agata de’ Goti in via dei Fiori 20, sarà la volta di Livia Apa. Africanista, è stata professoressa di lingua e letteratura portoghese all’Orientale di Napoli. Specializzata a Lisbona nello studio delle letterature africane dei paesi di lingua portoghese, ha tradotto alcune delle voci più rappresentative nel panorama contemporaneo. Nel corso della sua carriera, ha affrontato, tra l’altro, i temi dei conflitti e il ritorno della memoria coloniale, quanto mai attuali nella realtà contemporanea in continua trasformazione, invitandoci a riflettere sul valore della testimonianza umana e del confronto culturale.

Come di consueto l’appuntamento è ad ingresso libero (senza necessità di prenotazione), gratuito e avrà inizio alle ore 20.30. Il progetto 10Art/2022, da gennaio a dicembre 2022, è costituito da una serie di appuntamenti mensili (luglio ed agosto esclusi) con una personalità di eccellenza del mondo della cultura con l’intento, realizzatosi, di produrre con continuità appuntamenti culturali a 360°.

Comunicato Stampa




Giornata contro la violenza sulle donne, incontri i numerosi paesi della provincia

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne di venerdì 25 novembre, la cooperativa sociale di comunità iCare, da sempre impegnata nell’accoglienza, ospitalità ed accompagnamento di donne vittime di violenza, parteciperà a cinque momenti di sensibilizzazione, tre dei quali si svolgeranno proprio nella giornata di domani. Si comincerà alle ore 15.30 a Paolisi, presso la Villa Comunale Giardini “Gino Strada”, dove un blocco di cemento sarà dipinto di rosso a simboleggiare una panchina rossa. L’iniziativa è promossa dall’assessorato alla Cultura di Paolisi, in collaborazione con la Fondazione Woman For Women. A “Non una di meno”, titolo dell’iniziativa, l’attrice Ilaria Delli Paoli darà voce alle troppe donne vittime di violenze e tutti potranno leggeranno frasi, pensieri, ricordi per gridare Basta al femminicidio. Per Casa delle Donne interverrà l’operatrice di accoglienza Alessandra Cuozzo, che farà una breve presentazione del progetto.

Per la partecipazione si dovrà indossare un paio di scarpe rosse o, in alternativa, qualunque altro indumento rosso. Verrà, infine, realizzato un albero-opera d’arte condivisa, composta da sacchettini di tulle rosso, contenenti un messaggio amichevole di rivalsa contro l’atto violento subito, a simboleggiare la ferita ricucita. A Dugenta alle ore 16 saremo presenti con l’avvocato Manuela Zuzolo alla manifestazione #IoRispetto presso il salone dell’Istituto Comprensivo di I° “Leonardo Da
Vinci”, organizzata dall’amministrazione comunale e dai volontari del Servizio Civile Universale. A Sant’Agata de’ Goti, ben due saranno gli appuntamenti dedicati a questa giornata. Alle 16:30 verrà inaugurata una panchina rossa in località Bagnoli, presso piazza San Sebastiano. Per iCare interverrà il presidente della cooperativa don Matteo Prodi. Al termine della benedizione della panchina da parte del parroco don Andrea Ciervo, le conclusioni saranno affidate alla lettura di frasi di scrittori, poeti, attivisti e giornalisti.

Alle 20:45 presso l’Auditorium Ilario Roatta andrà in scena lo spettacolo teatrale “Stai zitta – Storie di non amore”, preparato dall’Associazione Culturale Thàlia Ets. In quest’opera sei donne racconteranno le loro storie, storie di non amore. L’iniziativa è organizzata insieme al Centro Cinofilo “Campo di Rose” con il patrocinio morale del comune di Sant’Agata de’ Goti e la collaborazione della Dance Art Academy. Al termine dello spettacolo, operatrici ed educatrici di Casa delle Donne daranno una breve testimonianza del servizio che svolgono. Così come saranno, infine, presenti a due attività organizzate da due istituti superiori scolastici: nella mattinata di mercoledì 30 novembre a Castelvenere, presso l’IIS Faicchio-Castelvenere e nella mattinata di venerdì 2 dicembre a Cerreto Sannita, presso il Carafa-Giustiniani. A quest’ultima interverrà anche il vescovo della Diocesi mons. Giuseppe Mazzafaro.

Comunicato Stampa




Sant’Agata, protocollo d’intesa tra il Touring Club e l’Ente Parco Taburno-Camposauro

“Il protocollo d’Intesa siglato ieri a Sant’Agata de’ Goti, tra il Touring Club italiano e l’Ente Parco Taburno-Camposauro contribuirà in maniera concreta alla promozione e alla valorizzazione del territorio, del patrimonio culturale e delle eccellenze dei 14 Comuni, della provincia di Benevento,  ricadenti nell’area Protetta – ha dichiarato il sindaco Salvatore Riccio -. Ricevere a Sant’Agata de’ Goti, nella Sala Consiliare di palazzo San Francesco, il  consigliere nazionale Touring Club italiano  e console regionale per la Campania Giovanni Pandolfo, il console provinciale TCI per Benevento, Alfredo Fierro, il presidente dell’Ente Parco Costantino Caturano è stato un piacere che, purtroppo per motivi di salute, non ho potuto condividere direttamente e personalmente. Tuttavia l’assessore Giovanni Pollastro, il presidente del Consiglio Comunale Alfonso Ciervo e i consiglieri Ines Augliese, Anna Buzzo ed Evangelista Campagnuolo hanno fatto gli “onori di casa” in maniera impeccabile. Sant’Agata de’Goti è Bandiera Arancione del TCI dal 2005, primo borgo della Campania a ricevere il prestigioso riconoscimento che, da allora, deteniamo ininterrottamente, avendo, fino ad oggi, sempre superato le procedure di verifica e rinnovo.

Siamo consapevoli – prosegue il sindaco – delle grandi opportunità che questo marchio offre ai comuni certificati e oggi, con il Protocollo d’intesa tra TCI ed Ente Parco del Taburno-Camposauro, possiamo dire di aver esteso questa rete che è un generatore unico di interesse turistico ed un catalizzatore di flussi che contribuirà a migliorare e potenziare il rapporto domanda/offerta del settore.

La programmazione e lo sviluppo turistico di un territorio non possono essere affidati all’intuizione, al caso, alle coincidenze ma devono basarsi sempre più su modelli di analisi, statistiche, strumenti innovativi e tecnologicamente avanzati di promozione. La elevata professionalità del Touring Club Italiano e della rete Bandiere Arancioni ed il lungimirante e continuo lavoro del Presidente Caturano per lo sviluppo del Parco Taburno-Camposauro costituiranno un valore aggiunto importante per la futura programmazione e lo sviluppo turistico sostenibile del nostro territorio. Sant’Agata de’ Goti – conclude il primo cittadino – potrà certamente offrire un prezioso contributo, in termini di esperienza nei rapporti con il TCI Bandiere Arancioni, a tutti i comuni ricadenti nell’area del parco”.

Comunicato Stampa




Forza Italia si rinforza a Sant’Agata de’ Goti con l’ingresso di Salvatore Pollastro

Un’altra nuova adesione a Sant’Agata de’ Goti. Salvatore Pollastro, già Consigliere comunale, si iscrive a Forza Italia. “L’esperienza di Salvatore Pollastro si aggiunge alle tante sensibilità che costituiscono la nuova Forza Italia nel Sannio ed in Campania. A Sant’Agata de’ Goti ci avvarremo dell’impegno di tutti coloro che vorranno partecipare ad un progetto politico nuovo ed equilibrato, in continuità con le idee messe in campo il 25 settembre scorso ed il risultato elettorale conseguito” dichiara il Commissario provinciale e Deputato di Forza Italia, Francesco Maria Rubano. “Saremo accanto a tutta la cittadinanza, sostenendo le ragioni di una città meravigliosa che merita un forte rilancio economico ed infrastrutturale oggi più che mai. Il commercio, l’agricoltura e la sanità saranno le priorità della nostra agenda politica” aggiunge.




Sant’Agata avrà la sua panchina rossa in piazza San Sebastiano

L’Amministrazione comunale della città di Sant’Agata de’ Goti, ha accolto la donazione di una panchina rossa, da installare in piazza San Sebastiano, alla frazione Bagnoli, in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne che ricorre il 25 novembre. “Un atto di grande sensibilità da parte di alcuni cittadini santagatesi, che hanno inoltrato all’Ente la richiesta per questa installazione, donata alla comunità”, ha commentato il sindaco Salvatore Riccio.

“Questa Amministrazione è da sempre sensibile alle tematiche sociali che vedono coinvolte le donne, spesso vittime di violenza e maltrattamenti; siamo convinti che anche questo bellissimo gesto simbolico e concreto allo stesso tempo, contribuisca a stigmatizzare, sempre e comunque, comportamenti discriminatori nei contesti sociali e a sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alla violenza di genere. Un gesto lodevole e degno di condivisione, che abbiamo deliberato in giunta e accettato, naturalmente, che ci piace sottolineare nell’approssimarsi della ricorrenza e per il quale non possiamo che esprimere sentiti ringraziamenti”. E la “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne” sarà celebrata anche con lo spettacolo “Stai Zitta”- storie di Non Amore, realizzato dall’associazione culturale Thalia Ets, che andrà in scena presso l’Auditorium Ilario Roatta, in via Ponte Vecchio, alle ore 20.45 di venerdì 25 novembre. L’Assessore alle Politiche Sociali, Angelina Iannotta, sottolinea l’importanza di questo evento, che ha ricevuto il patrocinio morale dell’Ente, che certamente contribuirà a sensibilizzare il pubblico su questo delicato e, purtroppo, sempre attuale tema.

Sarà – spiega Iannotta – l’occasione per un momento di riflessione su ciò che accade quotidianamente a molte donne nel mondo. Possiamo fare tanto e dobbiamo fare di più per aiutare le donne che subiscono violenza. Dobbiamo attenerci e restare al passo con le direttive europee ed internazionali e in linea con le esigenze formative delle giovani generazioni, sempre più inserite in un contesto in cui la presa di coscienza e la battaglia quotidiana per le pari opportunità si scontrano con le più diverse forme di pregiudizio da sradicare, a partire proprio dal mondo scolastico. È, infatti, fondandosi su tali pregiudizi che la violenza nei confronti delle donne, di tipo fisico e psicologico, continua a consumarsi dentro e fuori dalle mura domestiche, comportando, come segnalato dalle Nazioni Unite, il rischio di esclusione delle donne da tutti i processi volti al progresso sociale, economico e culturale. Aiutiamo, denunciamo, sosteniamo le donne ogni giorno. Facciamolo con convinzione, perché nessuno pensi di avere il diritto di rivolgersi ad una donna dicendole “Stai zitta”! Grazie – conclude l’Assessore alle Politiche Sociali- all’associazione Thalia per aver scelto di portare in scena ed affrontare questa triste e reale piaga sociale”.

Comunicato stampa




Ospedale Sant’Agata, Izzo: “Al fianco degli attivisti: ora pressare Regione”

“Nelle ultime settimane l’attenzione sulla questione ospedale è sensibilmente aumentata, coinvolgendo tutti i livelli politico-istituzionali. Da amministratore e rappresentante dei cittadini non posso non essere al fianco del Movimento Civico per l’Ospedale”: lo dichiara il consigliere di maggioranza di Sant’Agata de’ Goti, Nicola Izzo. “Bene hanno fatto gli attivisti – afferma nella nota – a sollevare la questione anche a livello ministeriale e a coinvolgere il Ministro della Salute per quanto di sua competenza. Adesso c’è bisogno di sollecitare la Regione e fare pressione affinché si arrivi ad una soluzione che soddisfi i bisogni dei cittadini. Ritengo prioritaria la risoluzione del problema legato all’emergenza. Abbiamo bisogno di un Pronto Soccorso attivo h24 e dei reparti che ne garantiscano il funzionamento. Da infermiere, mi trovo quotidianamente a far fronte alle criticità di un’assistenza sanitaria territoriale insufficiente. Non si può pensare di avere una struttura a pochi chilometri inusufruibile e doversi rivolgere altrove, soprattutto nei casi in cui il tempo di intervento può determinare la salvezza di una vita. È il momento di essere più incisivi perché non possiamo e non dobbiamo perdere la speranza”.




Pd e Dei Goti: “Riccio convochi Consiglio immediato su ospedale”

“Leggiamo ancora dell’ennesima esternazione “fuori luogo” del Sindaco pro tempore della nostra città sul tema sanità ospedaliera. Ci saremmo aspettati un affiancamento non un attacco puramente gratuito con connesse offese a tutti, istituzioni comprese! Noi non dobbiamo certamente giustificare il nostro interessamento ed attivismo, così come il Movimento Civico per l’Ospedale, su di un argomento così fondamentale per il territorio! Tanto fondamentale ma altrettanto non considerato dallo stesso Sindaco pro-tempore e dalla sua maggioranza. Che convochi, con immediatezza, un Consiglio Comunale monotematico e aperto sull’argomento e chiarisca le sue posizioni ed interlocuzioni. Un consiglio comunale monotematico che, da anni, costui sfugge e per il quale abbiamo reiterato l’ennesima richiesta anche alla capigruppo del 27 ottobre scorso”: così i gruppi di opposizione Pd e Dei Goti. 

“Giustificarsi attaccando e offendendo non è più credibile per nessuno! Possibile che – proseguono – il sindaco pro tempore Riccio non si chieda come mai, nel 2018, il presidente De Luca (commissario ad acta) messo “alle strette” rivolse richiesta formale all’allora Ministro Grillo per il Pronto Soccorso in deroga? Secondo lui sbagliò? A Riccio e alla sua maggioranza basterebbe leggere gli atti presenti nella specifica sezione del sito istituzionale del Comune (fermi alla sindacatura Valentino), e dove si può trovare copia del riscontro sull’argomento del Ministro Grillo, interessato dai parlamentari cinquestelle del territorio, con seguente adozione del DCA 41/2019. 

Insomma, un Sindaco non si deve chiudere a “riccio” tra i suoi e(o)rrori, ma attivare ogni iniziativa per difendere gli interessi di chi rappresenta.  Agisca e svolga il proprio dovere e ruolo! Contano i fatti e le presenze e non le ormai tante reiterate assenze! È finito il tempo della “fuga” dalle responsabilità, oggi è tempo di chiarezza e verità! Ringraziamo nuovamente il Presidente della  Commissione Regionale alla Sanità Alaia  e  l’On. Rubano per aver accolto le nostre istanze, grazie a loro abbiamo avuto l’opportunità di essere auditi, dapprima, in Commissione Regionale Sanità e successivamente dal Ministro della Salute Schillaci, ai quali rivolgiamo le nostre scuse per le offese gratuite che oggi ricevono dal sindaco pro tempore della Città’ di Sant’Agata de’ Goti. Siamo stati sempre consapevoli che la materia è della Regione ma il nostro obiettivo, oggi come allora, era far aprire una interlocuzione tra Ministro e De Luca: cosa riuscita!”.




Sant’Agata, Riccio: “Opposizione dal Ministro? Sanità è materia di De Luca”

“Cari concittadini come molti di voi, apprendiamo dai social e dalla stampa che 16 c.m. alcuni consiglieri comunali di opposizione, accompagnati da esponenti del Movimento Civico per l’Ospedale, hanno incontrato a Roma il Ministro della Salute per sottoporgli la problematica “Ospedale Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”. La tutela della salute e l’intera gestione del Sistema Sanitario rientra tra le competenze della regione, essendo riservata allo Stato la sola competenza in materia di determinazione dei Livelli Essenziali di Assistenza. La questione “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”, pertanto, può essere risolta – per dettato costituzionale – dalla sola Regione Campania e dal suo Presidente, Vincenzo De Luca”: lo dichiara il sindaco di Sant’Agata de’ Goti, Salvatore Riccio.

“Il Ministro che ha ricevuto gli ospiti – appartenente ad uno schieramento politico contrapposto a quello che governa la nostra regione – di certo avrà avuto un cordiale colloquio con gli ospiti ma – da persona seria quale è – nessun impegno ha potuto assumere riguardo al nostro ospedale. Sembra- infatti da quanto dichiarato – che “il ministro si impegna a valutare di avviare una interlocuzione”. È evidente a tutti – afferma – che la sceneggiata romana ha solo un valore propagandistico, da campagna elettorale, e peccato che a tanto si presti un giovane parlamentare che, quale espressione di un territorio, avrebbe, dovuto, nel rispetto delle istituzioni, partecipare l’iniziativa anche a questo Sindaco, che non si aspetta un “Invito”, ma una correttezza nei rapporti, che sembra un valore ormai in disuso.

Ancor più esecrabile è la posizione di chi, dall’opposizione consiliare, oggi cerca di ritornare in qualche modo sulla scena e per farlo non esita a creare situazioni che favoriscono solo sterili contrapposizioni, mettendo in cattiva luce la Città e il suo Ospedale con il decisore ultimo, il Presidente De Luca. C’è da pensare che artatamente si voglia creare una contrapposizione che comprometta definitivamente la vita del Presidio Ospedaliero, a cui tutti teniamo. Nonostante ciò questa Amministrazione continuerà, senza insulti, che sembrano arricchire e colorare il linguaggio dell’opposizione, a lavorare per l’Ospedale, interloquendo e collaborando con la Presidenza regionale affinché il Sant’Alfonso possa man mano recuperare ciò che ha perduto nei dieci anni pre-Covid.

E qui dovremmo chiederci chi è stato il Sindaco di quel decennio e perché oggi, dopo aver prodotto in dieci anni solo chiacchiere e carte, senza alcun risultato per il territorio, si spinge a Roma e inonda di video i social. Ognuno potrà darsi la risposta ma, cari concittadini, non lasciate che vi prendano in giro e sappiate che l’Amministrazione comunale continua e continuerà nella sua opera a favore del Sant’Alfonso, agendo presso l’unico interlocutore istituzionale che ha competenza in materia, il Presidente De Luca. Alla fine, come tutti sappiamo, contano i fatti ed i fatti verranno e saranno determinati dalle persone serie che avete chiamato a guidare la Città, non certo da personaggi ancora in cerca di autore”.




Fumetto sul vaso di Assteas: l’opposizione saticulana attacca l’amministrazione

I gruppi di opposizione Pd e Dei Goti “Non è il titolo di un film o di qualche nostalgica esternazione legata alle bellezze culturali di una volta. È l’ennesima brutta pagina da appendere nell’albo pretorio della Città di Sant’Agata de’ Goti, sezione inadeguati! Ieri, 18 novembre 2022, presso la sala convegni del MANSC (Museo Archeologico Nazionale del Sannio Caudino) in Montesarchio, si è tenuta la presentazione del fumetto “Il ratto d’Europa. L’indagine che riportò a casa il magnifico vaso di Assteas” a cura di Roberto Lai, già luogotenente dei carabinieri del nucleo tutela TPC, edito negli Annali dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, in cui si raccontano le vicissitudini del rientro in Italia del celebre vaso. 

Tale evento è stato promosso attraverso i canali istituzionali del MANSC e dalle diverse testate giornalistiche. Al tavolo istituzionale, presieduto dal direttore del museo Vincenzo Zuccaro, vi erano l’autore e l’assessore alla cultura del comune di Montesarchio. In sala, oltre al già direttore dello stesso istituto Ferdinando Creta, erano presenti i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri della locale unità organica di Montesarchio, dirigenti scolastici, personale docente, alunni e cittadini di Montesarchio e di Sant’Agata de’ Goti.

La presentazione, emozionale nel racconto, ha messo in evidenza la maestria del recupero del reperto con il suo rientro in Italia. Un fugace passaggio sul luogo di rinvenimento (Saticula), scarno nella forma ha calato il sipario sopra la storia millenaria di Sant’Agata de’ Goti! Nessun cenno sul percorso di valorizzazione portato avanti negli anni da una politica equilibrata, lungimirante e presente che a partire dal 2013 ha sempre creduto nelle possibilità del patrimonio archeologico valorizzandolo ed ospitandolo in mostre ed esposizioni, grazie anche alla forza dell’intesa istituzionale (comune, soprintendenza, ministero). Del resto, come la nuova dirigenza (MANSC) e lo stesso autore della pubblicazione, avrebbero potuto sapere se coloro deputati a rappresentare una Città ed il proprio patrimonio, erano assenti?

Possibile che costoro che rappresentano il territorio santagatese non sappiano mai nulla e risultino ovunque assenti? Possibile che tutti si dimentichino di loro? Oggi, come domani, Sant’Agata risulta sempre dimenticata! Anni di lavoro, di impegno, di sforzi amministrativi “cancellati” dall’indifferenza di qualcuno e anche da quella di coprotagonisti “trainati” di un tempo, oggi anch’essi “barbaramente indifferenti”. Il tutto in prossimità della istituita “Giornata dell’Archeologia” che anche quest’anno passerà in completo anonimato!”.