Il Centro Studi Danza Carmen Castiello e il Liceo musicale Guacci insieme...

Il Centro Studi Danza Carmen Castiello e il Liceo musicale Guacci insieme per narrare le donne

La V edizione di “Voci di donne” giunge a conclusione del progetto di alternanza scuola-lavoro con l'istituto “Guacci”

SHARE

Il Centro Studi Carmen Castiello e l’Istituto magistrale G. Guacci presentano la V edizione di “Voci di donne”, il valore assoluto della luce e l’anima delle donne.

L’iniziativa che giunge a conclusione del progetto di alternanza scuola-lavoro con l’istituto Guacci, vedrà sul palco le giovani danzatrici del Centro Studi con i giovani e coetanei allievi musicisti dell’Orchestra del Liceo musicale Guacci diretti dal Maestro Debora Capitanio.

“Abbiamo lavorato su figure di donne e in particolare sull’immaginario femminile nel mondo dell’arte a partire dalla Primavera di Botticelli – così Carmen Castiello – Nella storia dell’arte oltre che nella letteratura le donne hanno sempre avuto un ruolo da protagoniste.

La figura femminile viene vista come madre, modello di bellezza, femmes fatales, incantatrice o essere angelico, come veicolo di emozioni eternamente protagoniste ed antagoniste della grande arte.

Nei quadri lo stesso effetto del palcoscenico, oscurare e mandare luce da un solo proiettore a beneficio del protagonista della rappresentazione o dello spettacolo, per poi seguirlo in ogni attimo dell’azione scenica.

La luce che colpisce un volto e ne rivela il vero significato: quello di una vita colta nell’attimo supremo.

La luce che arriva da ovunque, il pittore regista che professa una certezza: la Luce Interiore che è Anima.

Il percorso culturale ha affrontato i diversi aspetti dell’arte a partire dalle espressioni artistiche dei singoli artisti presi in considerazione.

La regia di Linda Ocone e la presenza del digital live painting di Peppe Barile arricchiscono di suggestioni le coreografie supportate dalla sapiente scelta musicale di Debora Capitanio”.

Il progetto è ideato e curato da Carmen Castiello, mentre Debora Capitanio cura il progetto musicale, la regia è di Linda Ocone, le coreografie sono a cura di Giselle Marucci e Ilaria Mandato.Nel corso dello spettacolo Peppe Barile si esibirà in un digital live painting.

Lo spettacolo si terrà martedì 19 marzo, alle 10:30, al teatro Massimo e sebbene pensato per gli allievi degli istituti scolastici, è aperto al pubblico che potrà ritirare al botteghino il biglietto dal costo di 5 euro.

Comunicato stampa