Cimitero Sant’Agata, restano da recuperare 28 feretri dal blocco franato

“Oggi lunedì 23 gennaio sono stati recuperati e identificati 28 feretri che sommati a quelli già recuperati porta a 103 il totale dei recuperi effettuati”: lo rende noto il sindaco di Sant’Agata de’ Goti, Salvatore Riccio, nell’aggiornamento quotidiano in riferimento alle operazioni di recupero dei feretri e cassettini-ossario a seguito della frana dell’ala del blocco di loculi denominato “Longo 1”. “Per quanto riguarda il trasferimento nella chiesa madre e in altri loculi nella disponibilità di familiari, dei resti mortali tumulati nell’altra ala del blocco “Longo 1”, oggi sono state effettuate 18 estumulazioni per un totale di 103 dall’inizio delle operazioni di spostamento. I lavori – informa il primo cittadino – continueranno, senza interruzioni, anche nei prossimi giorni. Restano da recuperare 28 feretri dal blocco franato. Queste ultime operazioni potrebbero subire dei rallentamenti dovuti all’utilizzo di appositi mezzi di movimento terra, necessari per riportare in sicurezza i feretri”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.