Città Europea del Vino 2019, il Sannio c’è: candidatura accettata

Città Europea del Vino 2019, il Sannio c’è: candidatura accettata

Le prime dichiarazioni del sindaco di Sant’Agata de’ Goti, Carmine Valentino, da Bruxelles: “Soddisfazione, compiacimento, orgoglio, per le nostre eccellenze, per la storia e per la bellezza delle nostre terre. Domani a Parigi avrà luogo la cerimonia di proclamazione del territorio “Sannio Falanghina” a Città Europea del Vino 2019”

162
SHARE

città del vino 2019 carmine valentino Sant'Agata de' Goti

“Estremamente soddisfatto per l’eccezionale opportunità che Recevin, la Rete Europea delle Città del Vino, ha concesso non solo ai cinque comuni candidati ma all’intero Sannio ed alla nostra Regione”. Queste le prime dichiarazioni del sindaco della città di Sant’Agata de’Goti,  Carmine Valentino, in queste ore a Bruxelles con l’assessore Giovannina Piccoli, dove ieri è arrivata la designazione ufficiale a “Città Europea del Vino 2019” del territorio ‘Sannio Falanghina’ rappresentato dai comuni a forte vocazione vitivinicola di Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata de’ Goti, Solopaca e Torrecuso.
“Una grande maturità a livello nazionale, ha sottolineato Valentino, per la convergenza su una candidatura unitaria, quella del territorio del “Sannio Falanghina” , che ci rende orgogliosi.
Il Sannio, si è presentato nel miglior modo possibile a questo appuntamento, proponendo le sue tipicità, l’enorme valore dei propri vigneti e l’incredibile potenziale di territori ricchi di storia millenaria, di tradizione e cultura, in un contesto naturalistico e paesaggistico di grande valore e pregio.
Ieri sera è stato emozionante scoprire, prima la unanime condivisione sulla nostra candidatura da parte di tutte le delegazioni dei paesi membri di Recevin e poi la definitiva proclamazione, alla presenza di una folta delegazione tra cui diversi parlamentari europei. Ora è ufficiale. Il territorio “Sannio falanghina” è Città Europea del Vino 2019”.

Che dire: soddisfazione, compiacimento, orgoglio, per le nostre eccellenze, per la storia e per la bellezza delle nostre terre. Inizia adesso una nuova avventura per il nostro Sannio e Sant’Agata de’ Goti farà come sempre fino in fondo la sua parte. Avanti con un’altra straordinaria storia.
Grazie a tutti coloro i quali, a vario titolo e con grande impegno e determinazione, hanno reso possibile tutto ciò, in particolare all’assessore Marco Razzano non presente con me in questo importante momento per motivi di salute ma da sempre forte e coraggioso sostenitore, con gli altri comuni promotori, di questa grande ed ambiziosa sfida. Ora tutto il sistema Sannio (istituzioni ai vari livelli di rappresentanza, produttori, associazioni etc), ha un lavoro importante, direi storico, da portare avanti, per cogliere fino in fondo le opportunità di questo prestigioso riconoscimento”.
Domani la delegazione di Recevin e le rappresentative istituzionali sannite giungeranno a Parigi dove avrà luogo la cerimonia di proclamazione del territorio “Sannio Falanghina” a Città Europea del Vino 2019.

Comunicato stampa