1

Codacons BN: “Con Perifano sarà meglio? Peggio sarebbe assai complicato”

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Maurizio Zeoli, Codacons Benevento, con un attacco al sindaco Mastella prossimo al ballottaggio con Perifano.

“La paura fa Mastella. Memore del proverbiale dialogo tra il bue ed il ciuccio l’impaurito Sindaco, accusa Gabriele Corona,  leader di Altrabenevento , udite udite, di poltronismo. E’ chiaro che il Sindaco, impossibilitato per i divieti elettorali ad allietarci con le sue telefonate a casa, vuole metterci comunque di buon umore non risparmiandoci il suo caustico umorismo involontario. E ci è riuscito. Noi stiamo ancora a ridere.

E’ infatti massimamente comico che Lui, propugnatore dell’etica del viandante, secondo la quale, cito dal Corriere “se ti vogliono fottere a destra, tu vai a sinistra, ma se ti vogliono fottere a sinistra, tu allora te ne torni a destra” si permette di accusare chi, come Gabriele, è l’incarnazione dell’esatto contrario del mastellismo. C’è da sghignazzare per ore.

Tutti sanno, soprattutto i suoi nemici e tanto più Mastella, che la dignità di Gabriele non è mai stata in vendita; a caro prezzo personale ha sempre attaccato senza alcuna remora ogni amministrazione avvicendatasi a palazzo Mosti con l’unico fine di far conoscere ai suoi concittadini quello che si stava combinando nelle stanze del potere locale a loro danno.

Ancora più risibile il comportamento di chi, come  il dott. Abate, che sembra il portiere del film di Bellavista, figura mitologica  mezzo uomo e mezzo poltrona,  scherza sulla possibilità che Gabriele diventi assessore nella giunta  Perifano.

Ma il problema vero non è l’ironia involontaria di Mastella e della  sua compagnia di giro.

Il problema sono, come sempre,  i beneventani che continuano a manifestare totale disinteresse per il futuro di questa città.  Secondo me i voti a Mastella da parte delle persone mature, che lo conoscono, sono stati e saranno solo di disperazione; fanno pensare ad una comunità priva di ogni fiducia nel  futuro. I voti a Mastella da parte dei giovani sanno invece di ignoranza. Li invito almeno a leggere su wikipedia cosa il mondo dice del loro eroe e se possono davvero immaginare il loro futuro coordinati da simili esperienze politiche.

Quel che è certo e che questa città morirà a furia di promuovere simili personaggi; figli e nipoti  da aiutare tra 10/20 anni non ci saranno più. Se ne saranno andati. Rimarranno solo nonni moribondi e badanti.

Il mastellismo, prima ancora che Mastella, con tutto ciò che esso rappresenta e che tutti noi anziani conosciamo accelererà la fine di Benevento. Questo è certo.

Con Perifano sarà meglio ? Peggio sarebbe assai complicato. Per me e per gli altri che il 17 ottobre andranno a votare perché credono nella democrazia però sarebbe bene che il candidato sfidante lanciasse un messaggio chiaro di discontinuità: che si impegni ad eliminare la vergogna che solo Altrabenevento  ha svelato in questi anni. Che si impegni a dare nel più breve tempo possibile l’acqua del Biferno ai cittadini, oggi di serie B, del Rione Ferrovia e del Rione Libertà.  La capacità del candidato Perifano di mantenere le promesse sarebbe verificabile perché è il suo primo mandato; dell’altro sappiamo già”.