Pepe: “Comunali, ci vuole rottura rispetto a recente passato”

“Vedo un affannoso agitarsi per le prossime elezioni comunali che saranno celebrate a Giugno. Se non ci sarà pacificazione civile e profondo e radicale distacco, rottura con il recente passato, non ci può essere un’Amministrazione credibile. Credibile perché il nostro paese è stato screditato ad ogni livello”: queste le dichiarazioni del professore Mario Pepe, già parlamentare della Repubblica, in vista delle elezioni comunali di San Giorgio del Sannio.

“Mai il nostro Comune aveva subito una simile vergogna. Né occorre un “quidam”, un “quidam” qualsiasi per occupare la carica di sindaco. Il sindaco – aggiunge – deve avere valide capacità di leader, una cultura civile civile istituzionale profonda, esperienza e competenza. Deve essere valutato e scelto dai cittadini, non dai social. Chi ha votato seguendo i messaggi dei social è stato ingannato ed ha ingannato il paese. Ora si tratta di avere una classe dirigente amministrativa all’altezza della situazione: per questi obiettivi noi lavoreremo”.

Sostieni la Libera Informazione

Una tua donazione è importante per sostenere il nostro progetto editoriale. Grazie!

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.