Conclusa la mostra sui Sanniti a Monaco di Baviera, bilancio più che positivo

Si è chiusa lo scorso 2 ottobre Samnium un die Samnitem presso lo Staatliche Antikensammlungen a Monaco di Baviera “la più grande rassegna archeologica mai dedicata all’antico popolo dei Sanniti” per dirla con le parole del console generale d’Italia a Monaco, dott. Enrico De Agostini. La chiusura della rassegna ha visto l’arrivo nel Sannio di circa 120 archeologi tedeschi, venuti a toccare con mano le bellezze della nostra terra.

L’obiettivo principale della mostra è stato quello di puntare sulla valorizzazione del turismo lento di uno dei territori che all’estero è poco conosciuto ma che ha tanto da raccontare. Non solo: i riflettori sulla storia del Sannio hanno avuti notevoli effetti positivi anche in ambito economico. Molte aziende sannite vitivinicole e gastronomiche, infatti, hanno intrapreso contatti con un importante distributore tedesco di eccellenze italiane.

La mostra è stata uno degli eventi culturali a livello continentale più riusciti, grazie anche alla stretta sinergia con le più note istituzioni culturali, come il British Museum, importanti musei italiani, storici e studiosi, e al notevole interessamento del direttore del museo bavarese, Florian Knauß, e del dott. De Agostini, originario di Campolattaro.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.