Confcommercio: "Mancano i servizi e in 15 anni sparito il 30% dei negozi"

nicola-romano

Il momento di decrescita generale che sta, da tempo, impoverendo le economie mondiali, è ben riconoscibile anche nel nostro territorio. Benevento ha subito un duro colpo e come se non bastasse, è arrivata l’alluvione dello scorso anno ad intensificare gli effetti della crisi.

Il Presidente della Confcommercio di Benevento, Nicola Romano, analizza così il quadro locale. “Devo ammettere che la politica sbagliata degli ultimi vent’anni nei settori del turismo, commercio e servizi ci ha quasi distrutto. Abbiamo il perimetro urbano che diventa sempre più un dormitorio. La via dello shopping (Corso Garibaldi) oggi conta il 30% perciò in meno di negozi rispetto a quindici anni fa. Nel centro sono venuti a mancare i servizi basilari. Stiamo perseverando ma almeno abbiamo aperto un dialogo costruttivo firmando un protocollo d’intesa con il Sindaco Mastella che ci permetterà di accedere alle progettualità 2014 2020. Il problema è l’assessorato alle Attività Produttive. Ambrosone è dotato di buona volontà ma è il sindaco che fa un po’ tutto.

Il Presidente della Confcommercio locale insiste: “Il Sindaco deve dare una svolta. Anche gli altri assessorati sono inconcludenti; penso al problema parcheggi. E’ da luglio che chiediamo soluzioni all’eccessiva distribuzione di strisce gialle e blu nel centro ma l’assessore alla mobilità Ingaldi non prende provvedimenti anzi non risponde proprio”.

F.M.

Lascia una risposta