Giovani imprenditori di Confindustria, i dipartimenti Demm e Ding dell’Università degli studi del Sannio hanno presentato “Io merito… un’opportunità”. Il progetto, presentato ieri mattina  presso la sede universitaria in piazza Guerrazzi, consiste in una prima fase di formazione degli studenti che vorranno aderire, successivamente sarà  prevista la realizzazione di un elaborato di un’idea innovativa con le imprese ed uno stage, un tirocinio nell’impresa a contatto diretto, quindi, con la realtà imprenditoriale e, volendo, anche una tesi di laurea. “Sono progetti molto interessanti perché avvicinano i ragazzi alle imprese, al mondo del lavoro e, nelle edizioni passate, qualche studente è stato poi anche assunto dalle imprese” ha affermato il direttore del Demm,Giuseppe Marotta, definendo questa opportunità “Un’occasione unica per i ragazzi e per le imprese che entrano in contatto diretto con i ragazzi che formiamo sul territorio”. L’iniziativa è giunta alla sua IX edizione e Confindustria,in collaborazione con l’Università “permette di dare un taglio più pratico e di entrare in contatto con le aziende e con gli imprenditori del territorio”,Andrea Porcaro, presidente dei Giovani Confindustria di Benevento che ha poi spiegato “Quest’anno abbiamo deciso di non avere un tema specifico, quindi di lasciare alla libera contrattazione di imprenditori con gli studenti, per sviluppare ognuno un progetto di proprio interesse”. Una iniziativa interessante che permette agli studenti, in corso di studi, di entrare in azienda e toccare con mano la quotidianità lavorativa, ma anche di entrare in contatto con una realtà che potrebbe rappresentare per loro il futuro, sia come stimolo di auto imprenditorialità che coltivare rapporti personali lavorativi con eccellenze del territorio. “Quest’anno abbiamo aziende importanti che partecipano e rappresentano i settori trainanti della nostra economia” ,dall’agroalimentare al settore delle costruzioni, all’automotive. “La collaborazione con l’Università ci consente ogni anno di implementare questo progetto in maniera più proficua, sia lato impresa che lato studenti”, ha concluso Porcaro.