Confindustria, recuperiamo certezze nel futuro

confindustria-05-12Si è tenuta oggi l’assemblea di Confindustria Benevento “LA SEMINA E IL RACCOLTO: le imprese sannite e le sfide (ancora) da vincere”.
Dopo i lavori dell’assemblea privata è partita la stagione della presidenza di Filippo Liverini e della sua squadra e sono stati celebrati 90 anni di Confindustria Benevento, associazione che negli anni ha garantito continuità di azione e di progetto.
All’evento sono intervenuti il presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia, Biagio Mataluni, past president di Confindustria Benevento, Filippo Liverini Presidente Confindustria Benevento, Amedeo Lepore Assessore attività produttive Regione Campania, Umberto del Basso de Caro, sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai trasporti. Hanno portato il loro saluto Felice Accrocca, Arcivescovo di Benevento, Clemente Mastella, Sindaco di Benevento. È seguita à la premiazione delle aziende storiche di Confindustria Benevento. A moderare i lavori, Melania Petriello, giornalista.
Per Vincenzo Boccia – presidente di Confindustria – “dobbiamo costruire una regione forte a partire dalle territoriali. Nel Sannio abbiamo imprenditori che esprimono le loro idee sia in associazione che nelle fabbriche, con grande passione. Oggi abbiamo assistito al passaggio di testimone tra due grandi imprenditori assieme ai quali lavoreremo per realizzare obiettivi ambiziosi. L’esito del referendum non cambia l’agenda. Abbiamo bisogno di una economia per la crescita, per eliminare diseguaglianze e povertà.
La crescita è l’elemento importante della politica economica del nostro paese. Su questo dobbiamo aprire immediatamente una stagione di riforme economiche, approvare la legge di bilancio e proseguire sulla idea che sottolinea l’importanza della questione industriale. In particolare a partire dal Mezzogiorno. Lavoreremo insieme a Confindustria Benevento per costruire sempre di più la vicinanza nazionale e territoriale. C’è una grande identità culturale, la mia presenza qui oggi lo sottoline”i.
Per l’Assessore Amedeo Lepore “Oggi è una giornata di grande importanza perché si celebrano non solo i 90 anni di Confindustria Benevento, ma l’avvio di una nuova stagione con Filippo Liverini. Ciò avviene in un momento di grande slancio delle attività produttive di quest’area, che si contraddistinguono per la loro capacità, per la loro forza , per il loro dinamismo. L’accordo firmato nei giorni scorsi con Nestlé è la dimostrazione dell’attenzione che vi è da parte delle istituzioni nazionali e regionali per quest’area, che si concretizza anche con i bandi per le attività produttive e le infrastrutture colpite dall’alluvione, che nei prossimi giorni saranno pubblicati e che permetteranno di utilizzare 20 milioni di euro della Regione per il ristoro del danno.
Per Umberto Del Basso De Caro “Oggi c’è il cambio alla presidenza di Confindustria che vede al posto di Biagio Mataluni, il presidente Filippo Liverini. Entrambi imprenditori di altissimo livello, alla guida di aziende leader per innovazione e tecnologica. Ma è importante la prospettiva che l’industria sannita si è data e si darà negli anni a venire. Per quanto mi riguarda, su questo troverà sempre una interlocuzione sensibile, attenta e disponibile, perché crescendo la imprenditoria sannita, cresce l’intero Sannio, si allarga la base produttiva, si crea ricchezza. ; tutti fattori dei quali abbiamo bisogno. Noi dobbiamo puntare a prodotti e servizi di grande qualità, cioè aziende di eccellenza assoluta, che riescono a competere sul mercato e aprirsi sempre di più ai mercati esteri. “
L’indice del nostro successo sarà misurato dalla capacità di creare occupazione.” Ha dichiarato Filippo Liverini neo presidente di Confindustria Benevento “Tra i vari indicatori economici del territorio sannita, emerge dolorosamente il dato che vede, negli ultimi quattro anni, crescere del 76% la percentuale di giovani tra i 18 ed i 39 anni, che cambiano residenza per paesi esteri o altre città. Il nostro compito è quello di garantire un futuro a questo territorio ed il futuro sta solo nei giovani.”
Innovazione, credito, internazionalizzazione, infrastrutture, urbanistica, politica industriale, sono i temi al centro del programma del presidente. Tutte tematiche di primario rilievo e per le quali sono previste specifiche deleghe.
Per gli importanti risultati raggiunti ringrazio Biagio Mataluni che ha saputo ‘accendere il motore’ e dare all’Associazione quella credibilità che oggi ci consente di sedere ai tavoli di sviluppo più importanti di questo territorio. Sono pronto a proseguire il cammino intrapreso e a lavorare per raccogliere i frutti di quanto seminato. Ci attendono sfide importanti che non affronteremo da soli.”
Per Biagio Mataluni Past president di Confindustria Benevento “La mia presidenza è iniziata nel 2012 in piena crisi economica. Una crisi che non ha risparmiato la nostra provincia. Abbiamo bruciato negli ultimi sette anni il 7.1 per cento di PIL e generato quindicimila disoccupati.
Oggi registriamo alcuni segnali di ripresa. Il nostro PIL nel 2015 è cresciuto dell’1,7% ed il tasso degli occupati ha registrato un incremento del 7.8% .
Ma, come ha avuto modo di sottolineare la SVIMEZ, sebbene si intraveda una inversione di tendenza, siamo ancora lontani da un vera ripresa economica. Occorre, e lo abbiamo detto in più occasioni, un vero e proprio cambio di passo, un elemento di rottura che possa consentire al Mezzogiorno, e a questo territorio in particolare, di invertire la rotta del declino. Questo è il motivo che ci ha spinto a puntare, con decisione, sui grandi investimenti infrastrutturali. Sono molti i progetti sui quali lavoreremo in continuità con l’azione precedente”.

Sostieni la Libera Informazione

Una tua donazione è importante per sostenere il nostro progetto editoriale. Grazie!

 

Lascia una risposta