Il governatore Vincenzo De Luca ha firmato l’ordinanza n.54 in virtù della possibilità dal 3 giugno di sposarsi liberamente da Regione a Regione. Il dispositivo vige fino a lunedì 15 giugno.

Il presidente della Campania intende regolare i flussi provenienti da altre parti d’Italia o dall’estero e per questo ha disposto che tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli-Afragola, Salerno, Benevento, Caserta, Aversa, Battipaglia, Capaccio-Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania, Sapri, con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, sottoposti in maniera obbligatoria “alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 °C, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone, secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni o altri luoghi. Ai singoli Comuni d’intesa con la Protezione civile regionale, la Polfer, con il Dipartimento di prevenzione della ASL competente, la Croce Rossa e la
Protezione Aziendale di RFI, è demandata l’organizzazione di postazioni di verifica per la rilevazione della temperatura corporea, la eventuale somministrazione di test rapidi Covid-19 e i successivi adempimenti per i casi sospetti, alla stregua delle disposizioni vigenti, per quanto di rispettiva competenza”.

In caso di comparsa di sintomi, è fatto obbligo da Palazzo Santa Lucia, a chiunque abbia fatto il suo arrivo o sia rientrato in Campania, di avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta, ove appartenenti al Servizio Sanitario regionale della Regione Campania.