“Il futuro delle aree interne arriva prima”: se ne parla all’Unisannio

Venerdì 23 febbraio, alle ore 11, presso la Sala Conferenze di Palazzo San Domenico in Piazza Guerrazzi, si terrà un convegno dal titolo “Il futuro delle aree interne arriva prima”. L’evento è organizzato dall’Università del Sannio in collaborazione con l’Istituto Tecnico Industriale “G. Bosco Lucarelli” di Benevento e l’Istituto di Istruzione Superiore ” Don Peppino Diana” di Morcone.

Il convegno si propone di esplorare le sfide e le opportunità che caratterizzano il futuro delle aree interne, concentrandosi sulle strategie e le iniziative necessarie per promuovere lo sviluppo sostenibile e l’inclusione sociale in queste regioni. L’evento vedrà la partecipazione di studiosi e professionisti del settore, che offriranno contributi e prospettive diverse su tematiche quali l’innovazione tecnologica, lo sviluppo economico, la valorizzazione del patrimonio sociale, culturale e ambientale.

Introduce e modera Concetta Nazzaro, docente dell’Università del Sannio. Il programma prevede i saluti di Gerardo Canfora, rettore Unisannio; di Maria Gabriella Fedele, dirigente scolastico dell’ITI “G. Bosco Lucarelli” di Benevento; di Rossella Matrangolo, dell’ITI “G. Bosco Lucarelli” di Benevento; di Graziella Sorgente, referente educazione civica dell’ITI “G. Bosco Lucarelli” di Benevento; di Daniela Collarile, del Liceo Scientifico IIS “Don Peppino Diana” di Morcone.

Interverranno: Angelo Moretti, presidente di Fondazione di Comunità di Benevento, su “Aree interne e qualità della vita, tra nuove tecnologie e welfare meridiano”; Alberto Barlocci, Universidad Catòlica del Norte (Coquimbo, Cile), su “Sviluppo e centralità della persona”; di Raffaele Arigliani, pediatra e direttore Scuole di counseling IMR, su “La neurofisiologia e l’intelligenza sociale”. Le conclusioni saranno a cura di Giuseppe Marotta, prorettore dell’Università del Sannio.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.