Convitto Giannone celebra la libertà nella winter edition del giornalino scolastico

Presentazione ufficiale al Convitto Nazione di Benevento “Pietro Giannone”, martedì 22 febbraio, del Giornalino d’Istituto Altre.Menti “winter edition”, periodico scolastico nato da un’idea della prof.ssa Antonietta Tiso. L’evento culturale, alla presenza degli studenti dell’istituto e della dirigente scolastica Marina Mupo, si è aperto con una mostra di fumetti dal titolo “Liberi di esprimersi”.

Tantissimi i temi trattati nell’ultimo numero del periodo scolastico curato dai docenti Antonietta Tiso, Carmine Calzone, Romina D’Agostino, Antonietta Feleppa e Maria Grazia Sarti: dalle interviste sul campo – come quella al membro del Cda del Convitto, Silvana Quarantiello, che apre l’edizione – alla storia dell’iconico Istituto di Piazza Roma, fino alle iniziative della scuola dell’Infanzia San Filippo e alle innumerevoli attività realizzate, come Libriamoci, gli Open Day e i Seminari, che ben testimoniano quanto la scuola sia radicata nel tessuto urbano della città.

Nelle oltre cinquanta pagine del giornale, impaginato e curato graficamente dai ragazzi, temi importanti come il clima, l’acqua, il dilagare del cyber-bullismo, la tecnologia e la dipendenza dagli smartphone. Argomenti attualissimi si alternano ad altri ‘intramontabili’, come la difficoltà – tutta adolescenziale – di comunicare con “il mondo degli adulti”.

Filo conduttore tra gli articoli dei giornalisti in erba e la manifestazione di ieri, il tema della libertà, indagato attraverso le storie di Giulio Regeni e Patrick Zaki, simboli – loro malgrado – della negazione del diritto di parola. Ai due giovani studenti la scuola beneventana ha dedicato un grande e suggestivo striscione ed una panchina gialla, “La panchina dei diritti”, definendo “un dovere imperativo delle istituzioni nazionali e dell’Unione Europea” – nel caso di Regeni – la necessità della verità sull’omicidio del ricercatore italiano.

Ad intervenire alla manifestazione anche Vincenzo Coppola, segretario del Forum dei Giovani di Benevento che si è concesso alle tante domande degli allievi del Convitto: un confronto, questo, che ha posto l’accento sulla necessità – in una città come Benevento – di istituire associazioni e gruppi per cercare di sollecitare e far crescere spirito critico, idee ed iniziative che coinvolgano e creino unione tra i giovani.

A conclusione della mattinata, l’immancabile discorso del Rettore e Dirigente Scolastico, Marina Mupo, che si è detta soddisfatta dell’idea di scuola messa in campo da alunni e docenti: “Questa iniziativa è il frutto di un lavoro corale. Quando si lavora insieme, condividendo un progetto, i risultati sono sempre estremamente belli, di una bellezza che serve a migliorare la nostra società. Il Convitto è la scuola del desiderio, della passione, dell’interesse nel fare, del mettersi in gioco a livello personale. E’ la scuola – ha concluso – dove tutti i talenti vengono fuori”.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.