Aumentano in maniera sommessa ma costante i contagi di coronavirus nel Sannio. Al netto delle analisi dei test che vanno intensificate al San Pio, e della mancata comunicazione sulla totalità dei tamponi effettuati finora (e che non ci consentono di trarre un bilancio né di segnare il trend dell’emergenza nella nostra provincia), il quadro generale nel Sannio riporta di 103 casi attuali, tra isolamento domiciliare e ricovero in ospedali e case di cura.

Il dato complessivo e che annovera anche i decessi, varia tra ASL e Protezione civile di un’unità: 112 stando alla direzione sanitaria, 111 secondo il dato della task force regionale. Due nuovi casi si sono verificati a Cusano Mutri, annunciato ieri sera dal sindaco Maturo, e ad Airola. Il Comune caudino inoltre piange un figlio della propria terra espatriato a Londra, il 59enne Luigi Ruggiero. Volato in Inghilterra da giovane per motivi lavorativi, ne hanno dato l’annuncio don Liberato Maglione, parroco di Airola, e l’amministrazione guidata dal sindaco Napoletano. Di seguito la situazione relativa ai residenti nella nostra provincia fotografata nel bollettino delle 12 redatto dall’ASL:

Rispetto al primo bollettino delle 12, il secondo delle 18 giunto dall’ospedale San Pio riporta una situazione mutata nel corso delle ultime ore. Infatti aumentano i ricoveri in terapia intensiva e ai 4 sanniti già in lotta fra la vita e la morte, si aggiungono altri due residenti nella nostra provincia facendo salire il dato a 6 pazienti ricoverati in condizioni critiche. Inoltre sono 13 i degenti in terapia sub-intensiva (di cui due non residenti nel nostro territorio) e 15 quelli ricoverati in malattie infettive (di cui uno extra provincia). Infine 4 in medicina interna e uno in isolamento per un totale di 39 ricoverati nel padiglione interamente dedicato al covid. Sale di due unità anche il numero dei casi sospetti, ovvero 18 di cui 16 sanniti.

Relativamente al dato regionale fornito ieri dall’Unità di crisi, è stato pubblicato il riparto per provincia che purtroppo non rispecchia fedelmente la situazione attuale per via dei tanti tamponi accumulati e ancora in attesa di essere esaminati nei laboratori regionali. Sono 3148 i positivi al coronavirus su 25.779 test analizzati. Sono molti più i morti rispetto ai guariti, 216 i decessi per cause legate al covid mentre 167 quelli che sono fuori pericolo, di cui 90 totalmente guariti e 77 clinicamente guariti. Di seguito il riparto per provincia:

Provincia di Napoli: 1.643 (di cui Napoli Città 709 e 934 Napoli provincia)
Provincia di Salerno: 468
Provincia di Avellino: 375
Provincia di Caserta: 331
Provincia di Benevento: 111
Altri in fase di verifica Asl: 220