1

Covid, da lunedì si parte con le terze dosi ai fragili

Da lunedì partono le somministrazioni delle terze dosi di vaccino anti-covid nel Sannio: saranno destinate ai pazienti fragili e residenti delle Rsa. A confermarlo questa mattina a margine del summit con il Prefetto Carlo Torlontano, il direttore generale dell’Asl Gennaro Volpe. “Da lunedì – ha affermato – cominceremo con le terze dosi alle persone con serie patologie e con l’Unità di crisi abbiamo deciso di iniziare anche con i fragili presenti nelle nostre Rsa e case di riposo”.

Hub aperti dunque per chi rientra in questa categoria e ha già ricevuto le due iniezioni, mentre a domicilio per i non deambulanti. Come da accordo con il dg dell’ospedale “San Pio” Mario Ferrante, inoltre, il terzo richiamo sarà possibile anche per le persone prese in carico dalla struttura sanitaria come già accaduto nei primi mesi dell’anno. “Siamo pronti per iniziare” ha chiosato Volpe dopo il confronto proficuo in Prefettura con Torlontano, ormai un appuntamento fisso per fare il punto sulla campagna vaccinale. “La dose addizionale, che va somministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima, è rivolta in via prioritaria ai soggetti trapiantati e immunocompromessi, tra cui, ad esempio, pazienti con patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi in trattamento e fino ai 6 mesi dalla sospensione delle cure, o ancora persone in dialisi e con insufficienza renale cronica grave” si legge nella nota dell’Asl.

“Siamo all’80% anche con le doppie dosi e ciò ci fa stare abbastanza tranquilli” ha aggiunto il numero uno dell’azienda sanitaria sannita. C’è bisogno ora “di un ulteriore rilancio per quanto riguarda i ragazzi tornati a scuola. La fascia 19-30 è l’unica al di sotto dell’80%, la più bassa rispetto alle altre. Noi siamo aperti”. Senza dimenticare il ruolo delle farmacie: “Sono fondamentali. Noi abbiamo stilato con loro un protocollo e coinvolto tutti i medici e pediatri: solleciterò l’Ordine dei farmacisti in modo da poter proseguire con le terze dosi”. I contagi sono stabili “sulle 170/180 unità” mentre al “San Pio” il 90% dei ricoverati “non sono vaccinati: faccio l’ennesimo appello alle persone affinché si convincano a vaccinarsi”.

Appello condiviso questa mattina anche dal direttore generale del nosocomio di via Pacevecchia, Mario Ferrante: “Oscilliamo da giorni tra i 13 e i 14 ricoverati. C’è la necessità di chiudere il gap con i non vaccinati: se non si vaccinano c’è sempre il rischio che possano ammalarsi e andare in terapia intensiva, lì dove abbiamo già una percentuale molto alta”. Aggiungendo una riflessione: “Oggi sono tutti esperti immunologi di una cosa che non è di loro appannaggio. La questione è semplice: noi vogliamo un futuro migliore? Allora dobbiamo vaccinarci e distanziarci. Non lo vogliamo fare? Ognuno si prende le proprie responsabilità”.

Chiusura con gli screening oncologici e il tour nel Sannio del truck dell’Asl. “L’organizzazione è sempre difficile: in 90 giorni coinvolgiamo 50/60 Comuni. Lancio un appello alle persone individuate ad iscriversi presso i loro Comuni. Spero di poter abbinare allo screening anche la vaccinazione anti-influenzale che l’anno scorso è andata benissimo” ha affermato in conclusione Volpe.

I Centri Vaccinali dell’Asl saranno aperti da lunedì prossimo secondo il calendario che segue per accogliere i cittadini che, a completamento del ciclo vaccinale, devono ricevere la terza dose di vaccino:

Benevento (ex caserma Pepicelli):
Da lunedì a venerdì h 9,00-14,00

Montesarchio:
Lunedì e giovedì h 9,00 – 12,00
Martedi, Mercoledì, Venerdì h 14,00-18,00

San Giorgio del Sannio:
Mercoledì e Venerdì h 9,00 – 14,00

Sant’Agata dei goti:
Da lunedì a venerdì ore 9,00 – 12,00

Morcone:
Da lunedì a venerdì h 9.00-13.00

San Marco:
Mercoledì h 14.00-18.00

San Bartolomeo:
Martedì h 14.00-18,00

Telese Terme:
Martedì h 15,00 – 18,00

Cerreto Sannita:
Martedì e giovedì h 8,00 – 13,00