La Curva Sud, tramite un proprio comunicato, in vista del plausibile ritorno in campo mostra il suo orgoglio per la stagione da record del Benevento di Inzaghi, prossimo alla promozione in Serie A. In tal senso il coordinamento del tifo giallorosso esprime la sua contrarietà a eventuali festeggiamenti e auspica un ritorno dei tifosi sugli spalti. Di seguito la nota:

“Sembra essere quasi certo che, qualunque sarà l’esito del campionato, il Benevento militerà nel campionato di serie A nella prossima stagione. Un traguardo che ci inorgoglisce, capace di dare lustro a una terra spesso bistrattata per inadempienze politiche. Nel calcio stiamo trovando un riscatto importante e non possiamo in alcun modo sciupare questa nuova opportunità. La pandemia, però, ha condizionato la vita di tutti. I morti sono stati innumerevoli, quindi cogliamo l’occasione per esprimere il nostro diniego verso forme di festeggiamenti in piazza o caroselli vari, dopo la certezza della promozione. E’ una forma di profondo rispetto verso chi non ce l’ha fatta, ma anche nei confronti di coloro che versano in condizioni economiche critiche a causa dell’emergenza. Non mancherà un doveroso omaggio nei confronti della società e della squadra, capaci di riportarci nel punto più alto in assoluto. La nostra speranza è quella di tornare al più presto allo stadio, perché il calcio senza cori, bandiere e tifosi sugli spalti non può essere definito tale. Questo incubo finirà anche quando potremo riprendere posto in Curva Sud, pronti a sostenere come sempre i colori giallorossi e per dare un contributo importante nel difendere una categoria che questa squadra, sudando con dedizione la maglia, ha conquistato in maniera esaltante. Non vediamo l’ora di essere al vostro fianco, insieme possiamo tutto”.