Foto di Benevento Calcio Pagina Ufficiale Facebook
Foto di Benevento Calcio Pagina Ufficiale Facebook

Il Benevento dei miracoli e delle sorprese non è passato inosservato in questo primo spezzone di campionato in cui la Strega, alla sua prima apparizione, ha fatto faville. Gli uomini chiave sono soprattutto quei due gioiellini, tutti italiani, chiamati dal c.t. Ventura nello stage di novembre: il portiere Alessio Cragno e il trequartista Amato Ciciretti. I primi due giallorossi della storia ad essere convocati in Nazionale maggiore stanno ingolosendo, e non poco, le big della Serie A. Nonostante il patron Vigorito abbia già negato, in precedenza, la possibilità che qualche elemento parta a gennaio, le grandi del calcio italiano si stanno muovendo e si sono mosse per strappare alle squadre di B i migliori talenti messisi in mostra finora. Un esempio lo è la Spal che in un colpo solo ha lasciato partire due elementi fondamentali e dal sicuro avvenire come Beghetto e Cerri: il primo al Genoa (che si è assicurato anche il talentuoso Morosini del Brescia), il secondo al Pescara (con inserimento del Crotone, anche se la Juve detiene il suo cartellino e spetta ai campioni d’Italia l’ultima parola). Con Orsolini, altro giovane dalle belle speranze dell’Ascoli, adocchiato in primis dal Milan, che sia il Benevento delle meraviglie il prossimo obiettivo? Spetta a Vigorito, Di Somma e Baroni resistere, almeno fino a giugno…

CRAGNO
Il portierone della Nazionale under 21 è approdato nel Sannio con la formula del prestito con diritto di riscatto e contro riscatto in favore del Cagliari, società che detiene il suo cartellino. Negli ultimi giorni la Gazzetta dello Sport ha inserito Cragno tra i papabili a difendere la porta dell’Inter di Pioli, in concorrenza con Perin e Meret. Nel caso del portiere genoano, arriverebbe solo in virtù della cessione di Handanovic. Di Cragno e Meret invece si parla come secondi del portiere sloveno, per poi diventare titolari ad esperienza acquisita. Nelle ultime ore, però, era parso il Napoli più vicino al giocatore, col ds Giuntoli presente al Vigorito in occasione di Benevento-Pisa. Capozucca, ds del Cagliari, ha però sentenziato: “Cragno è un patrimonio del Cagliari”. Il futuro di Alessio si deciderà dunque l’estate prossima, per ora difenderà ancora i pali della Strega.

CICIRETTI
Il piatto forte del Benevento è proprio lui, quell’Amato Ciciretti scuola Roma e cresciuto col mito di Totti, abbandonato dal club capitolino in Lega Pro e portato in auge dal Benevento che si è assicurato le sue prestazioni da due anni. Idolo della folla, gioiellino da coccolare e ammirare, è subito finito sotto la lente d’ingrandimento di tanti club, in primis il Napoli. Di Somma sarebbe contento, da campano, di un suo approdo alla corte di Sarri e già a novembre si parlò di un incontro tra lui e Giuntoli, ma tutto finì in una bolla di sapone. Adesso, a mercato di riparazione iniziato, il Napoli pare fare sul serio: Ciciretti come vice Callejon, riporta Eurosport. Altri siti parlano di Ciciretti inserito nell’affare Pavoletti: al Napoli l’attaccante ex Genoa, al club di Preziosi Ciciretti in prestito, per abbassare così il costo del cartellino di Pavogol. Tutto vero? Dal club di via Santa Colomba tutto tace. Per ora prendiamo sempre per buone le parole di Vigorito…

VENUTI
Il terzino destro, autore di una buona stagione finora, è in prestito secco dalla Fiorentina. Giuntoli, oltre a visionare Cragno e Ciciretti, era presente al Vigorito anche per lui. Napoli dunque anche sulle tracce di Venuti? Per Tuttomercatoweb.com si è inserita nelle ultime ore anche la Lazio, che sta monitorando il giovane che si sta mettendo in luce con la casacca giallorossa.

Tre nomi, tanti club importanti pronti a far follie: anche questa è Beneventomania?

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here