Il nome di Fernando Llorente ha infiammato i cuori dei tifosi giallorossi, ansiosi di rivedere in azione la propria squadra, tornata oggi a correre dopo tre mesi di stop obbligatorio a causa dell’emergenza coronavirus.

Lo stesso diesse della Strega, Pasquale Foggia, ha aperto alla speranza di vedere il ‘Re Leone’ di Pamplona vestire la maglia dei sanniti la prossima stagione: il Napoli infatti non dichiara incedibile il 35enne attaccante spagnolo, in virtù anche dell’ingaggio di Andrea Petagna, nonostante il futuro di quest’ultimo non sia stato ancora del tutto deciso. A far calare le speranze in via Santa Colomba ci pensa il quotidiano iberico Marca, che rilancia un possibile ritorno di Llorente all’Athletic Bilbao, squadra e città nella quale è cresciuto dalla tenera età di 10 anni. Con i baschi dal 2005 al 2013 ha messo a segno 85 reti, diventando un idolo di casa, e passando poi alla Juventus. Campione del Mondo e d’Europa con la Nazionale spagnola, la punta potrebbe tornare nei Paesi Baschi per un passaggio di consegne col suo ex compagno ed eroe ‘rojiblanco’ Aduriz, che ha lasciato il calcio nei giorni scorsi. La formula potrebbe essere quella del prestito senza riduzione dell’ingaggio, ovvero 2,5 milioni percepiti alla corte di De Laurentiis. La notizia, rilanciata da diversi quotidiani sportivi, è rimbalzata anche in Gran Bretagna tramite il Daily Mail.

Inutile dire che un ingaggio del genere per una futura neopromossa quale la società del patron Oreste Vigorito, è davvero elevato e l’attaccante in forza al Napoli dovrebbe fare uno sforzo economico e una scelta di vita nel restare in Campania e accettare la sfida con i sanniti al tramonto della sua carriera, o preferire un ritorno alle origini che oramai si vocifera da un paio di sessioni di mercato. L’esperienza e il senso del gol del navarro sarebbero un lusso per la Strega, ma il ventaglio di scelte, in Italia e all’estero, in mano al duo Foggia e Inzaghi, lascia ben sperare in vista di colpi da novanta, per consentire al Benevento di poter puntare concretamente a un campionato diverso rispetto al primo e unico disputato in Serie A e concluso in ultima posizione.