Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma di Angelo De Marco che elogia l’idea del segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, relativa al lancio di un nuovo soggetto politico progressista. Di seguito il comunicato:

“Le dichiarazioni di Nicola Zingaretti, in merito al lancio di un nuovo soggetto politico progressista, vanno accolte con il doveroso interesse da parte di tutti coloro si sentono appartenere ad un determinato sistema di valori e di principi.

Il campo progressista, oggi rappresentato quasi interamente dal Partito Democratico, necessita una riorganizzazione, o meglio una rielaborazione, essendo bloccato alle medesime percentuali da circa un anno, nonostante la decrescita infelice del Movimento 5 Stelle.

E non si può nemmeno continuare a rincorrere il M5S, sperando che decida di chiudere la stagione del “né di Destra, né di Sinistra” e si identifichi definitivamente in un movimento politico riformista.

Tuttavia le esperienze passate e recenti ci offrono spesso operazioni camouflage, con il sapore del mantra gattopardesco: tutto cambia perché nulla cambi.

È necessaria una operazione identità, che renda riconoscibile da parte dei cittadini una offerta politica chiara e netta.

Non operazioni nostalgie, ma un nuovo fronte che metta al centro, ad esempio, il tema del progresso scientifico e tecnologico, e come esso possa diventare strumento per ridurre le diseguaglianze economiche e sociali.

Contrapporsi in modo radicale a chi proclama soluzioni semplice di chiusura, protezione ideologica, ritorno ad un passato di egoismi e nazionalisti, le quali hanno purtroppo generato effetti disastrosi.

Così come non si può negare un programma di classe dirigente, in particolare nel Mezzogiorno, caratterizzato quasi esclusivamente da signorotti con sempre meno preferenze.

Oggi, però, è quasi un dovere morale porre fiducia alle intenzioni di cambiamento e di rinnovamento. È un periodo storico in cui speranza e fiducia devono prevalere su scetticismo ed isolamento”.