Depuratore, Pepe risponde a Mastella: "Quante lacune e inesattezze"

fausto pepe

La conferenza stampa tenutasi stamane, presso la sala Giunta di Palazzo Mosti, relativa alla presentazione del Programma di lavoro e alla individuazione e realizzazione del depuratore e del Parco Fluviale Territoriale Comunale, ha lasciato di stucco l’ex Sindaco Fausto Pepe che, attraverso una dura nota stampa ha attaccato il Sindaco Clemente Mastella.

“Oramai il Sindaco Mastella ci ha abituati ad una comunicazione istituzionalmente scorretta e piena di “lacune”. L’unico intendimento che ha è quello di “sparlare” della passata amministrazione per non rispondere alle tante domande che più parti, e più attori istituzionali gli pongono. Dimentica di dire ad esempio, parlando del depuratore, che il progetto approvato e finanziato è quello della passata amministrazione, e non quello da lui ancora non predisposto. Il finanziamento peraltro non è mai stato revocato o perso, altra “inesattezza” voluta, e non serve una fantomatica telefonata tra lui e il Presidente De Luca, per quanto “telefonata autorevole”, a sostituire progetti, atti amministrativi, pareri e istruttorie. Peraltro se tutto questo fosse vero, e non lo è, sarebbe gravissimo” …

Pepe rincara la dose: “Ha dimenticato inoltre di dire che l’unico progetto approvato e finanziato, e cioè quello non fatto da lui, è corredato anche dal parere della Autorità di Bacino, proprio a firma della dott.ssa Vera Corbelli, con la quale ha tenuto la conferenza stampa odierna. Ci sarebbe da ridere se invece non fosse una cosa “oltraggiosa” per le istituzioni. Dimentica volutamente invece di rispondere ad altre domande e cioè:

  1. Se e quando è stato già approvato il progetto con la nuova area di sedime e quali pareri avrebbe ottenuto;
  2. Se su tale progetto è stato chiesto il “trasferimento” del finanziamento da quello a suo tempo approvato e deliberato dalla Regione Campania con DGR n. 94/2015 e relativa pubblicazione sul BURC dell’aprile 2015;
  3. Se oggi, dopo l’alluvione del 15 ottobre 2015, che ha cambiato completamente le carte del rischio idraulico, converrebbe pensare a mini depuratori zonali;

L’ex primo cittadino conclude: “Davvero imbarazzante la forma e la sostanza della comunicazione istituzionale del Sindaco tenuta in conferenza stampa, come se per lui la campagna elettorale non fosse mai finita e il momento del governo mai iniziato.”

 

 

 

Lascia una risposta