“C’è tanto da fare, da chiedere, da impegnarsi per una comunità ed una nazione sull’orlo di una crisi esistenziale ed epocale per delle restrizioni, giuste ma a cui non siamo abituati, che la Senatrice Lonardo Mastella,  non perde occasione di impegnarsi fortemente solo a favore dei detenuti, e ne chiede la liberazione” così Vittoria Principe in merito alle recenti dichiarazioni della senatrice Lonardo.

“Premesso, che sul piano umano potremmo anche essere d’accordo, ma alcune riflessioni sull’insistenza della Lonardo, nascono spontanee. 

1)  che produca interrogazioni per rassicurare e garantire a tutti le condizioni igienico/sanitarie, è giusto;  

2) che chieda al Governo di aumentare al massimo il sistema sanitario nelle carceri, va bene; 

3) che si preoccupi della salvaguardia della polizia penitenziaria, è ok; ma lo faccia anche per tutte le forze dell’ordine, che in molti casi operano senza mascherine e guanti. 

I detenuti, al momento, sono come tutti i cittadini Italiani, costretti a restare in casa. Fermo restando che devono avere garantito tutto quanto i termini di tutela umana, sociale e sanitaria. 

Ma, chiaramente i suoi interventi sul tema, ci inducono anche ad altre riflessioni, che vanno oltre il tema, sul quale la Lonardo sembra più cercare una visibilità mediatica, vista la sistematicità con cui ripropone l’argomento.  

Perché ci chiediamo, come senatrice della Repubblica e del nostro territorio non si rende promotrice di attivare un sostegno concreto a chi da giorni è in prima linea a lottare con il covid-19? Ci riferiamo ad approvvigionamenti di mascherine, disinfettanti, guanti monouso e quant’altro utile alla pubblica incolumità. Chiedere sicurezza per le strutture sanitarie, che abbiano tutto quanto necessario per fronteggiare la pandemia. Rafforzare il personale ospedaliero e garantire l’arrivo di strumentazioni utili alla grave situazione. Altrimenti, non riusciamo a capire questa rappresentanza istituzionale a cosa serve al territorio. Che fine ha fatto la vicinanza al terzo settore, di cui per anni è stata la lady indiscussa? Purtroppo, in questi momenti, sono proprio tali esigenze primarie che dovrebbero essere soddisfatte e poi teoremi più grandi che, come detto, sanno più di chiacchiere al vento, che di concretezze”.

Comunicato Stampa