La gestione del dott. Alfonso Santagata, Presidente del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, compie un altro importante passo verso la crescita economica e sociale del Sannio. Infatti, dopo quarant’anni, la Regione Campania ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica delle opere per l’utilizzo potabile e irriguo delle acque dell’invaso della diga di Campolattaro.

La diga di Campolattaro ha beneficiato di un tres d’union tra il Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, nella persona del presidente dott. Alfonso Santagata, la Regione Campania, la Provincia di Benevento, l’Ente Idrico Campano, l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale e le federazioni Coldiretti Campania e Benevento, presidiate dal dott. Gennarino Masiello, che ha portato ad investire circa 480 milioni di euro. Un intervento epocale, che permetterà di usufruire 100 milioni di metri cubi d’acqua per uso irriguo e potabile, di cui 48 per l’irrigazione nella Provincia di Benevento. Molto soddisfatto, quindi, il Presidente del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano dott. Alfonso Santagata, che con i suoi amministratori e dirigenti, ha sostenuto e sollecitato questo progetto insieme alla Coldiretti del presidente Masiello. 

Il Consorzio di Bonifica Sannio Alifano ed il dott. Santagata, esempio di buona gestione e lungimiranza, raggiungono quindi un altro importante obiettivo, permettendo, anche in una prospettiva di medio e lungo termine, così al territorio di conseguire ulteriori benefici. Infatti, i cittadini potranno contare su una nuova fonte di acqua potabile, le opere di derivazione e canalizzazione per uso irriguo consentiranno un cambiamento epocale per l’agricoltura della provincia di Benevento. La disponibilità di acqua permette una rivoluzione nelle colture, consentendo alle imprese agricole di puntare su produzioni ad alta redditività, oltre che facilitare gli interventi di soccorso in presenza di sbalzi termici dovuti ai cambiamenti climatici. Con il completamento delle opere, la diga di Campolattaro accompagnerà la crescita economica e sociale dell’intero Sannio.

Comunicato stampa