Don Nicola in campo per Nadia: continua la ricerca di un tetto per lei e suo figlio

La Caritas di Benevento, nella persona del Direttore Don Nicola De Blasio, ha lanciato un appello su Facebook per dare un tetto a Nadia e suo figlio minorenne. La macchina di solidarietà social ha portato i primi frutti ma purtroppo ci sono impedimenti che non consentono alla donna di poter usufruire delle abitazioni messe a disposizione, come stesso riportato dal direttore della Caritas beneventana.

“Chiedo alle persone di buona volontà di mettere a disposizione un appartamento o anche un mono locale, raggiungibile con i mezzi pubblici, nella città o nella periferia di Benevento, al fine di evitare che una mamma con il proprio figlio sia costretta da domani a dormire per strada. La Caritas Diocesana di Benevento con un gruppo di benefattori, che vogliono restare anonimi, garantiranno il canone di locazione. Ne abbiamo bisogno per uno massimo due mesi garantendo che poi sarà lasciato libero solo per avere tempo di sollecitare le istituzioni a risolvere il “problema”. Chi volesse compiere questo gesto di grande solidarietà umana e cristiana fratellanza, può telefonare allo 0824 25508 per prendere contatti” aveva scritto nella giornata di ieri Don Nicola sul “social blu”.

Oggi il primo aggiornamento da parte del parroco della Chiesa di San Modesto: “Voglio ringraziare i due nuclei familiari che avevano dato la disponibilità ad accogliere Nadia. Purtroppo le case non sono raggiungibili dai mezzi pubblici e non avendo Nadia la patente non si è potuta trasferire. Continuiamo nella ricerca di una casa da prendere in fitto a costi solidali per poter dare tranquillità a Nadia e a suo figlio. Chiamare allo 0824 25508. Grazie per tutto ciò che farete Dio vi ricompenserà”.

Prosegue dunque la ricerca con la Caritas in prima fila per aiutare Nadia e suo figlio, “sfrattati” dopo i sigilli apposti al locale che ospitava la scuola media “Sannio”, che presenta ancora eternit all’interno delle proprie strutture: su Facebook Don Nicola, che alla donna aveva promesso il suo impegno, ha lanciato l’hashtag #UnTettoXNadia.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.