1

Don Nicola resta ai domiciliari, nessuna prova che quel materiale sia per dossier

Non sussistono prove a sostegno della tesi che don Nicola De Blasio ha fornito al Gip Gelsomina Palmieri che, al termine dell’udienza di convalida, ha confermato gli arresti domiciliari per il parroco di San Modesto e direttore della Caritas beneventana. Ora il procedimento si sposterà per competenza a Napoli. Il sacerdote è indagato per detenzione di materiale pedopornografico rinvenuto su un pc che, a suo dire, era inutilizzato da diversi anni e con immagini e video di minori a sfondo sessuale che servivano a comporre un dossier proprio sul fenomeno della pedofilia nel mondo della Chiesa. Don Nicola ha anche negato qualsiasi impulso derivante dalla visione di tali immagini ma per il Gip sussiste la possibilità di reiterare tale comportamento tanto da confermare gli arresti a casa respingendo la richiesta di revoca da parte degli avvocati Cornacchione e Cefalo. CLICCA QUI PER L’ARTICOLO RELATIVO ALL’UDIENZA DI QUESTA MATTINA