Elezioni, Lonardo (NdC): “Per il Sannio rappresento una garanzia”

Dopo aver inaugurato martedì pomeriggio la sede del comitato elettorale di via Cosentini al Rione Libertà, la senatrice uscente e candidata alla Camera di Noi di Centro, Sandra Lonardo e l’intera troupe mastelliana ha incontrato la stampa e i simpatizzanti del partito nel quartier generale di via Aldo Moro. A fare come sempre gli onori di casa il marito e segretario nazionale Clemente Mastella e il primo cittadino di Benevento, nel corso del suo intervento, ha invitato la gente a ricordare di quanto fatto da lui soprattutto nelle settimane difficili del Covid. “Siamo presenti in tantissime zone d’Italia e nessuno pensava che presentassimo le liste. Già questo è un grandissimo successo e chi mi conosce sa ciò che ho fatto per la gente durante il Covid. La Meloni non so se verrà qua e il giorno dopo delle elezioni nessuno avrà a che fare con lei. Probabilmente vivremo un momento drammatico e dovete scegliere chi ama davvero questo territorio. Votare per noi significa del resto votare gente del territorio sannita e nei prossimi giorni, per quanto concerne esclusivamente la città di Benevento, annunceremo altri importanti investimenti per quanto concerne il Pnrr. Io c’ero e continuerò ad esserci. Mi sarei potuto tranquillamente fermare, ma ho preso un impegno con la mia comunità e lo porterò avanti ancora per diversi anni. Cosa c’entrano Franceschini e la Camusso con la Campania?. Chiedo, quindi, ai cittadini sanniti di vincere contro chi viene da fuori. Confermiamo di avere un’identità prettamente sannita”.

Tra i candidati del partito del sindaco di Benevento anche Gino Abbate e il consigliere regionale, aspirante della lista proporzionale al Senato insieme a Carmen Coppola, Pompilio Forgione e Maria Cirocco, ha posto nuovamente l’attenzione sulle criticità della sanità sannita. “La situazione è imbarazzante. L’ospedale di Benevento sarà declassato e quello di Sant’Agata de’ Goti non sarà mai di primo o di secondo livello. Quando parliamo di sanità territoriale ci rivolgiamo sempre alle persone più fragili e la mia rabbia è quella del nostro territorio. Soltanto noi siamo i rappresentanti di questa provincia e nel nostro territorio, così ricco di storia, il declassamento del principale ospedale provinciale è iniziato purtroppo tanti anni fa ormai. Una battaglia che stiamo cercando di fronteggiare in tutti i modi e che grazie a voi vorremo continuare a combattere”.

“Siamo una squadra bellissima e abbiamo creato una rete di solidarietà incredibile”. Con queste parole ha aperto il suo intervento Sandra Lonardo e lady Mastella ha toccato poi varie tematiche: “Quest’anno il mare non l’abbiamo visto neanche in cartolina e con Draghi sono stati mandati a casa anche i sogni degli italiani. Mentre lui era impegnato a cercare di risolvere le problematiche del Paese quei partiti che ora vengono qui come salvatori della Patria gli hanno voltato le spalle. Ribellatevi e il mio slogan ‘Impegno Amore per il Territorio’ è testimoniato con i fatti. Nessuno ha fatto più di me per il territorio beneventano e quando cammino per alcuni rioni come Ponticelli, Capodimonte la gente scende da casa per salutarmi. Noi la campagna elettorale non la chiudiamo mai. Casa nostra è aperta sempre a tutti e ieri a Piedimonte Matese ho trovato un’attenzione nei miei confronti incredibile. In questi anni in Senato ho fatto cento interrogazioni e la prima a parlare di filiera bufalina in Parlamento è stata la sottoscritta. Cinque interrogazioni, invece, hanno riguardato l’ospedale di Sant’Agata de’ Goti e sono pronta a portare avanti le battaglie iniziate diversi anni fa ormai. Si parla tanto di violenza sulle donne e il Reddito di Cittadinanza, che è una cosa utile per coloro che non possono andare lavorare, va dato anche alle casalinghe che devono accudire i figli o dei genitori malati a letto. Credo di rappresentare una garanzia per questa provincia e contrariamente alla Lega, la cui vera essenza resta quella di screditare il Sud, o alla Meloni che ogni giorno cambia idea su diverse situazioni, rappresento l’usato sicuro e come sempre fatto continuerò ad andare casa per casa per ascoltare le problematiche della gente”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.