“L’elezioni provinciali – ha dichiarato Spartico Capocefalo, consigliere comunale di Pesco Sannita ed ex consigliere provinciale – sono illegittime perche è stato bocciato il referendum e quindi si applicano le norme del Tuel art 46, che prevede l’elezione diretta da parte dei cittadini. La convocazione delle elezioni è stata fatta dal presidente Ricci, decaduto di fatto, non essendo più sindaco e parafrasando Siani trattasi di “un presidente abusivo”. Infatti art 51 legge Delrio per un periodo transitorio, cioè fino all’ approvazione riforma titolo V, disponeva l’elezione di secondo livello per le province. Siamo in presenza di due normative per l’elezione del consiglio provinciale quella Delrio e quella del Tuel, per cui la corte costituzionale deve eliminare tale contrasto”. Questi sono i principali motivi del ricorso al tribunale presentato da Capocefalo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here