“Emozioni della nostra terra”, miti e leggende raccontati dai piccoli alunni

Con una trama intessuta di miti, leggende e memorie storico-artistiche della nostra regione, gli alunni di tutte le classi quinte della Scuola Primaria “Nicola Sala” e “Pacevecchia” hanno raccontato le “Emozioni della nostra terra” come manifestazione finale del percorso scolastico quinquennale svolto nell’IC “F. Torre” di Benevento.

Il progetto, laboratoriale multidisciplinare per classi parallele, è nato con lo scopo di guidare gli alunni nella costruzione dell’identità del proprio territorio: un percorso che parte dalla conoscenza delle tradizioni regionali per comprendere appieno le testimonianze storico-culturali locali, stabilendo così un legame autentico con il ricco bagaglio di emozioni racchiuso in esse. L’evento conclusivo si è tenuto presso il Teatro Mulino Pacifico ed è stato incentrato proprio sulla capacità comunicativa di quelle che sono per tutti le emozioni primarie, quelle innate, punto di partenza di un racconto fatto di immagini, dialoghi e coreografie per evocare ma anche illustrare le testimonianze storiche che ci circondano e ci sostanziano.  Se la “felicità” è rappresentata dall’arrivo della Funicolare a Napoli, allora è lo scugnizzo napoletano che ci proietta sulla “rabbia” fino ad arrivare alla “paura” suscitata dalla leggenda delle Streghe beneventane che lasciano poi il posto alla “sorpresa” di scoprire la sfolgorante bellezza della Città di Pulcinella. La “tristezza” è andata via lasciando il posto al sentimento di “empatia”, l’emozione che ci permette di entrare in sintonia con il prossimo, di metterci nei panni degli altri anche senza usare le parole: e così si conclude il racconto, con i giovani narratori che cantano in lingua dei segni la paura e il coraggio di “Essere umani”.

La manifestazione, accolta con successo dalle famiglie,  si pone anche a conclusione del percorso formativo biennale promosso dal Progetto “Legati a un filo” – finalizzato alla continuità tra i vari segmenti di scuola dell’Istituto – ed è il risultato del lavoro di squadra svolto dalle docenti impegnate quest’anno sulle classi quinte: per “Nicola Sala”, Daniela D’Arienzo, Laura D’Arienzo, Anna Panarese e Luciana Amoriello Lamberti; per “Pacevecchia”, Mary Izzo, Erika D’Auria, Ylenia Criscuolo e Giovanni Gallo.  

Grandissima soddisfazione e vivo apprezzamento è stato espresso dalla Dirigente dott.ssa Maria Luisa Fusco, dalla sua prima collaboratrice, la docente Valeria Saggese, e da tutta la comunità scolastica, per il valore di un progetto che ha trovato compiutezza nella realizzazione di un prodotto unico, frutto della creatività di tanti, uniti in un percorso comune in cui il contributo di insegnanti e alunni si trasforma in laboratorio esperienziale di idee ed emozioni.

Comunicato Stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.