Everything is possible, sabato il via alla seconda edizione della mostra

Un sabato diverso a Castelvenere quando il 17 febbraio alle ore 18.00 si taglierà il nastro della collettiva Everything is possible che torna in galleria per la seconda edizione dopo il grande successo del 2023.

La mostra rappresenta un vero e proprio progetto che incarna l’essenza stessa della galleria, è un pretesto per lanciare nel mercato dell’arte contemporanea artisti che non hanno mai avuto la possibilità di esporre i propri lavori in una galleria ed entrare così per la prima volta in un circuito ufficiale. Questo dà loro l’occasione di iniziare ad interagire con artisti emergenti e affermati, in modo da creare nuove relazioni e stimoli.

In questa seconda edizione, curata da Marco Amore, ci sono ben dodici artisti di differenti età e con differenti tecniche. Passiamo dalla fotografia al video, dal collage alla pittura, dalla stampa alla scultura creando un dialogo impossibile, ma solo sulla carta. Si tratta di una proposta trasversale che mette sul palcoscenico artisti molto diversi tra di loro, ma con in comune un maturo e riconoscibile utilizzo del segno che accompagna la narrazione di storie della propria dimensione fantastica.

Ecco le parole del curatore: “Il linguaggio dell’arte oggi si presenta variegato, multiforme, vibrante. E questa mostra offre uno sguardo abbastanza completo sulle espressioni artistiche contemporanee, esplorando le prospettive emergenti del panorama creativo e culturale italiano e non solo”.

Il gallerista Flavio Romaldo Garofano ci racconta così il suo punto di vista sulla mission di questo progetto: “Affidare le stanze di Mondoromulo arte contemporanea ad artisti nuovi nel palcoscenico delle gallerie è una cosa che mi riempie d’orgoglio. Come gallerista si possono fare tante scelte, questa probabilmente non è la più semplice. Credo che ognuno di noi debba fissarsi degli obiettivi in questo lavoro, il mio è trovare nuove strade, nuovi talenti da consegnare al circuito e al mercato dell’arte”.

Gli artisti in mostra sono: Marianna Battipaglia, Alessia Canelli, Cecilia Damiani, Alessandro Dupré, G.O.N.F.I.O., Michela Mattei, Mara Mazzucco, Houtan Nourian, Ilaria Pennoni, Marta Perroni, Fiorita Ragozzino, Syntropychaos.

Da non perdere quindi l’opportunità di vedere i lavori degli artisti della collettiva Everything is possible che sarà visitabile dal 17 febbraio al 7 aprile 2024.

Comunicato Stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.