“Facciamo un pacco alla camorra” sbarca a Calvi

Ieri Calvi, nella Sala Consiliare, ha accolto l’iniziativa “Facciamo un pacco alla camorra” a cura di Libera, all’interno della rassegna natalizia “Natale insieme”. Il referente provinciale Libera Benevento, Michele Martino, ha spiegato che il pacco alla camorra è una storia che parla di integrazione, riscatto e di tutto ciò che avviene tramite il riutilizzo dei beni confiscati. Inoltre ha dichiarato: “Dobbiamo fare nuove tutte le cose, quindi non solo raccontare ciò che avviene altrove, la presentazione del pacco deve essere l’occasione per interrogarci sul Sannio, quando farà il pacco alla camorra con il riutilizzo dei beni confiscati”.

All’evento, moderato dalla giornalista Annalisa Ucci, presente Antonio Iermano, figlio di Aldo, quest’ultimo venne ucciso insieme a Raffaele Delcogliano, allora assessore al lavoro della Campania per la DC, attentato rivendicato dalle Brigate Rosse – Partito della guerriglia. Iermano nel nome del padre e di quei valori come giustizia, verità e legalità, ha reso una testimonianza viva, sentita, contro le mafie.

Il sindaco di Calvi Armando Rocca ha ringraziato Libera e ha affermato: “Non è la prima volta che Libera ci dà l’onore di toccare tematiche importanti, come abbiamo già fatto con il regolamento “No Slot”. È importante proseguire il cammino verso una società sana, prima di ogni struttura, cementificazione, realizzazione pubblica, bisogna dare priorità a questa mentalità.

Il pacco alla camorra è rappresentato da prodotti che vengono dalle terre confiscate alle mafie. Sono terre difficili a cui questo progetto dà nuova linfa, perche se il passato è incancellabile, è fondamentale vivere il presente senza dimenticare. Lo slogan è “Amo la mia terra e il suoi prodotti”, si parte infatti dalla madre terra, il grande ventre dal quale siamo tutti nati, per rinascere anche dove c’è stato il flagello della malavita. Perché si deve ripartire dalle origini, dalla terra e risalire con tenacia, senso di giustizia e lavoro onesto ciò che nobilita l’uomo più di ogni altra cosa.

Italia De Luca

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.