Falsi ricorsi: Cassazione annulla decisione del Riesame per legale airolana

La Quinta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso dell’avvocato Vittorio Fucci, ha annullato il provvedimento del Tribunale del Riesame di Napoli che disponeva la misura cautelare della sospensione dall’esercizio della professione per un’avvocatessa di Airola, imputata di essere organizzatrice di un’associazione a delinquere e di falso.

È stata disposta la celebrazione di un nuovo Riesame dinanzi ad altra Sezione. La Quinta Sezione della Cassazione ha esaminato esclusivamente, nell’udienza tenutasi, la posizione dell’avvocatessa airolana. Precedentemente le Sezioni Unite della Suprema Corte erano state investite della questione relativa all’utilizzabilità delle intercettazioni che costituirebbero il tessuto probatorio a carico di tutti gli indagati nel procedimento.

Le Sezioni Unite avevano già emesso, al riguardo, una sentenza che dispone la inutilizzabilità delle intercettazioni. Come si ricorderà questo procedimento nasce a seguito di un’inchiesta che ha coinvolto undici persone, tra cui diversi professionisti, che secondo l’accusa avrebbero presuntivamente proposto una moltitudine di ricorsi falsi, inducendo poi l’Autorità Giudiziaria in errore.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.