“I Fenomeni di Economy”, premiate cinque aziende sannite

Si è svolta in mattinata presso la sede di Confindustria la tappa campana del progetto “I Fenomeni di Economy”, con tale iniziativa partita in Sicilia e proseguita in Calabria e Puglia con lo scopo di individuare e premiare imprenditori “innovati, inclusivi e responsabili”. “Con tale progetto, diviso per tappe e siamo felici di aver scelto Benevento per quella campana premiamo gli imprenditori locali responsabili, innovativi e inclusivi che incarnano il principio della sostenibilità – ha affermato l’editore del gruppo Economy Alfonso Ruffo. Essi – ha aggiunto Ruffo – sono per noi degli esempi e dei punti di riferimento del territorio per far sì che la comunità sannita sia sempre più sostenibile in molteplici ambiti”.

Riguardo alle aziende sannite e in modo particolare alle difficoltà che quotidianamente gli imprenditori si trovano a dover affrontare si è invece soffermato il presidente di Confindustria Benevento Oreste Vigorito: “Quando si lavora in un’azienda le difficoltà quotidiane sono molteplici e in un Paese come il nostro essere un industriale è davvero molto complicato. Ritengo che gli industriali e non lo dico da presidente di Confindustria, ma in qualità di industriale andrebbero premiati tutti e con loro anche i lavoratoti che operano all’interno. Nella mia vita mi sono sempre sentito rappresentante dell’uomo che vive nell’industria e per questo motivo premierei tutti gli industriali d’Italia. Riguardo al tema della giornata odierna dico soltanto che qui nel Sannio abbiamo tante aziende ecosostenibili già da diversi anni e oggi è giusto che esse vengano premiate”.

Il gruppo Ivpc, con sede a San Marco dei Cavoti e riconducibile allo stesso Vigorito è tra le cinque aziende sannite premiate per il progetto “I Fenomeni di Economy” e rientrano in tale elenco anche il Gruppo Adler con sede ad Airola, la Cosmind di Limatola, la Matter Economy di Cautano e il pastificio Rummo di Benevento. Per l’azienda con sede a Ponte Valentino un ulteriore riconoscimento, con il presidente Cosimo Rummo particolarmente attratto dalle energie rinnovabili. “Da sempre siamo un’azienda che punta alla distinzione e il nostro mantra è o ci distinguiamo o ci estinguiamo e quindi la nostra missione quotidiana è quella di essere distintivi sia a livello nazionale che internazionale con i nostri centri di ricerca all’interno dell’azienda e con i nostri prodotti in tutto il mondo. Ricevere questo premio è per noi motivo d’orgoglio e vogliamo continuare a competere e se è necessario fare anche battaglie sia a livello nazionale che internazionale. La nostra azienda già nei primi anni 2000 fu premiata da Legambiente per aver installato un impianto di rigenerazione e le energie fossili le stiamo pian piano abbandonando. Il nostro sogno è quello di aver nel giro di qualche anno un’azienda totalmente a impatto zero”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.