Ferrari, “dormienti” e livelli infimi: lo scontro Mastella – De Lucia

Ferrari, “dormienti” e livelli infimi: lo scontro Mastella – De Lucia

La tappa di ieri del "Ferrari Cavalcade 2019" ha acceso la polemica sui social tra il sindaco e la senatrice pentastellata. Mastella in una nota: "Parla a sproposito". La De Lucia su Facebook: "In tre anni nessuna opera"

SHARE

”A parte il livello inquinante della sfilata di Ferrari lungo corso Garibaldi, chiuso alle non inquinanti biciclette, le manie di grandezza e di apparire a tutti i costi prodighi di sorrisi e abbracci dei protagonisti, è accaduto qualcosa di veramente disdicevole oggi a Benevento. Credo che tavole imbandite e buffet ricolmi di prelibatezze nel chiostro del Museo del Sannio, prospiciente il bene UNESCO di Santa Sofia, siano il massimo del minimo che la nostra comunità possa sopportare. Uno sfregio al rispetto di un luogo che è un vanto per la città. E non mi si venga a dire che simili nefandezze rientrino in un articolato lancio turistico perché, così facendo, si dimostra solo quanto si sia lontani dalla formazione di una vera coscienza del bene culturale. La tutela è fatta di tanti piccoli tasselli, primo fra tutti il suddetto rispetto”: questo il messaggio apparso ieri sul profilo Facebook della senatrice M5S Danila De Lucia, in riferimento al Ferrari Cavalcade che ha fatto tappa a Benevento.

Sul noto “social blu” è nata una polemica tra la senatrice e il sindaco Clemente Mastella che, tramite la propria pagina, non le ha mandate a dire alla grillina. Di qualche ora fa, inoltre, è la nota del Primo Cittadino che pubblicamente ha dichiarato: “La “dormiente del Sannio”, e cioè la senatrice Danila De Lucia, che al Senato non ha mai avvertito il dovere di rappresentare i bisogni o risolvere i problemi di Benevento, stavolta ha sciolto il suo parlare e, purtroppo, lo ha fatto a sproposito”.

“Eventi come quello ospitato ieri al Museo del Sannio, infatti, altrove non suscitano alcun tipo di problema o sterile polemica. Basti pensare, ad esempio, al Colosseo dove, dopo il restauro, fu realizzata una cena inaugurale con svariati ospiti d’onore, o alla Reggia di Caserta, dove si tengono costantemente cerimonie e persino matrimoni, per finire ai principali musei di Milano che, com’è noto, ospitano banchetti e cerimonie di sposi desiderosi di usufruire della bellezza artistica e culturale dei luoghi.
Addirittura c’è persino un regolamento del Ministero dei Beni Culturali, tutt’ora vigente, che offre la possibilità di realizzare questo tipo di iniziative in luoghi di particolare pregio artistico, architettonico e culturale” ha affermato Mastella in replica alla De Lucia.

“Voglio, inoltre, anche ricordare che i circa 200 partecipanti al “Ferrari Cavalcade 2019” provenivano da tutti i continenti e l’occasione è stata utile per far conoscere Benevento a milioni di appassionati del Cavallino Rosso sparsi per il mondo. Il che significa, evidentemente, avere avuto l’opportunità di proiettare la città di Benevento in una dimensione che pochi altri strumenti pubblicitari avrebbero potuto consentire.
Voglio, infine, anche ricordare che, come sindaco, ho chiesto e ottenuto di inserire nel materiale multimediale dedicato alla tappa beneventana, oltre agli angoli più suggestivi della città (Teatro Romano, Arco di Traiano, etc.), anche le immagini di Scipionyx Samniticus, e cioè il fossile di dinosauro comunemente denominato Ciro e il cui incommensurabile valore è purtroppo non adeguatamente valorizzato.
Pregherei, quindi, la senatrice De Lucia, ora come in altre circostanze, di non intervenire a sproposito perché, come diceva Voltaire, assai spesso il pregiudizio è un’opinione senza giudizio” ha concluso il sindaco.

Sempre su Facebook ha deciso di esprimersi la senatrice De Lucia, senza però voler controbattere: “A un sindaco che, in tre anni, ancora non è riuscito a tagliare il nastro di una sua opera, tanto meno a programmarla, non replico, soprattutto se il livello è così infimo e basso”.