1

“Festa del Vino”, Castelvenere è pronta per la quarantesima edizione

Dopo gli anni difficili legati al Covid torna a Castelvenere l’attesissima “Festa del Vino” e che si terrà nel comune sannita dal 26 al 28 agosto prossimi. Una tre giorni tutta da vivere nel comune più vitato della Campania, con la manifestazione, giunta alla quarantesima edizione, promossa e organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Alessandro Di Santo. Il primo cittadino del paese sannita alla Rocca dei Rettori, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, ha annunciato le novità dell’edizione di quest’anno e confida nel sostegno economico della Regione e del Governo per ulteriori investimenti. “Siamo giunti ormai al quarantesimo anno di questa manifestazione e quest’anno, oltre al tg itinerante, cercheremo di spiegare il cosiddetto Puc Modello Castelvenere. Cerchiamo, infatti, di inserire la zonazione nel piano regolatore e quindi chiunque farà un nuovo vigneto potrà attingere notizie sui terreni e questo è anche alla base per fare un vino di alta qualità. Quest’anno, essendo la pioggia arrivata nel momento giusto, avremo un’eccellenza sia con il vino che con l’olio, ma siamo concentrati più a un discorso a lungo termine, con le nostre zone che rappresentano una grande eccellenza per la nostra provincia. Abbiamo fatto un piano regolatore impedendo di costruire in zona agricola e il nostro territorio va sempre più protetto dalla cementificazione. L’alta qualità dei nostri prodotti passa però attraverso gli investimenti e le risorse dei piccoli comuni non sono sufficienti. Servono, quindi, importanti investimenti per non far scappare i nostri giovani”.

Pensieri del sindaco ampiamente condivisi dal Presidente della Pro Loco Castelvenere, Domenico Iannucci: “Con il progetto Castelvenere cerchiamo di diventare un centro enoturistico molto importante e invito quindi tutti i cittadini di Benevento e del Sannio a venire a Castelvenere. Allestiremo, a tal proposito, uno stand enogastronomico a Km zero e le serate saranno allietate anche dalla presenza di artisti campani, come i Bottari e i Trementisti”.

Una kermesse che, come rimarcato dal collega Mimmo Ragozzino durante i vari interventi, gode anche del sostegno del Comitato provinciale UNPLI Benevento, con il presidente Renzo Mazzeo particolarmente entusiasta di tale partnership. “Quarant’anni sono tanti e la gente dopo due anni difficili ha tanta voglia di uscire. Complimenti al presidente della Pro Loco e al sindaco per questa ripartenza e la promozione del territorio passa anche attraverso questa manifestazione. Molte sagre vengono fatte soltanto per riempire un programma di eventi, questa manifestazione invece vuole valorizzare i prodotti locali ed è un onore patrocinarla”.