Festa della Repubblica: da Benevento no “alla sciagura dell’autonomia”

Ha avuto inizio alle ore 11.00 in Piazza Castello, in una mattinata contraddistinta da tante nuvole e afa, la celebrazione ufficiale del 78° anniversario della Fondazione della Repubblica alla presenza delle Autorità ecclesiastiche, civili e militari, delle Associazioni combattentistiche e d’Arma.

L’evento, come da tradizione, ha preso il via con la rassegna del picchetto armato, a seguire alzabandiera, benedizione della corona da parte dell’arcivescovo Felice Accrocca e la deposizione della stessa dinanzi al Monumento ai Caduti da parte del Prefetto Carlo Torlontano, accompagnato dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Enrico Calandro, dal Sindaco Clemente Mastella e dal Presidente della Provincia Nino Lombardi.

Il Prefetto ha dato lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, dopodiché sono intervenuti il sindaco e il numero uno della Rocca con le rispettive allocuzioni, entrambe incentrate sulla lotta all’autonomia differenziata. “Una sciagura” l’ha definita Mastella, che andrebbe ad acuire ulteriormente i divari tra le aree più ricche e quelle più povere “di un Paese che è e deve essere unito e unico”.

“L’Italia non può crescere se non cresce il Mezzogiorno: se c’è divario tra Nord e Sud si infrange la stessa Unità del Paese” ha ribadito successivamente il presidente Lombardi. “Ecco perché il progetto legislativo dell’Autonomia delle Regioni è preoccupante e conferma i pericoli di sostenibilità finanziaria e di iniquità tra i territori. “Le aree interne meridionali, private delle risorse finanziarie destinate ai presidi scolastici, a presidi sanitari e alla stessa mobilità cancellano l’identità, la vocazione e la crescita del Mezzogiorno. Dobbiamo combattere e costruire l’Unità nelle opportunità e nelle capacità di far crescere il Sud e il Sannio”.

Al termine della manifestazione gli alunni del Convitto Nazionale “P. Giannone” hanno sfilato, con la bandiera italiana, sulle note dell’Inno alla gioia, composto da Ludwig Van Beethoven. I brani musicali sono stati eseguiti dagli allievi del Conservatorio Statale di Musica “N. Sala” sotto la direzione del Maestro Vincenzo D’Arcangelo.

Consegnate infine le onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”, conferite dal Presidente della Repubblica con decreto del 27 dicembre 2023, concesse per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari, ai seguenti insigniti:

COMMENDATORE
Dr.ssa Floriana Maturi, Viceprefetto in quiescenza;

    UFFICIALE:
    Col. Enrico Calandro, Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Benevento;
    Lgt Dr. Michele Finelli, Stazione dell’Arma Carabinieri di Vitulano;
    Brig. Giovanni Carolla, Compagnia dell’Arma dei Carabinieri di Montesarchio;  
    Prof. Ing. Gerardo Canfora, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Sannio;

    CAVALIERE:
    Dr. Antonio Zarrillo, Commissario della Polizia di Stato in quiescenza;
    Dr. Oreste Bruno, Sostituto Commissario Coordinatore della Polizia di Stato in quiescenza;
    Dr. Giuseppe Vicerè, Sostituto Commissario della Polizia di Stato in quiescenza;
    M° Pellegrino Russo, Insegnante di musica Istituto Comprensivo Statale “Ilaria Alpi” di Montesarchio e Maestro dell’Orchestra di Fiati dell’Associazione Culturale e Musicale “G. Verdi” di Montesarchio (BN);
    Primo Mar. Mario Caporaso, Comando 32° Stormo dell’Aeronautica Militare di Manfredonia (FG);
    Dr. Ferdinando Creta, Direttore Artistico del Museo Arcos di Benevento e già Direttore dell’Area Archeologica del Teatro Romano di Benevento.

      I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.