Festival delle Mongolfiere, alla Rocca presentata la 34esima edizione

Tutto pronto ormai per la trentaquattresima edizione del Festival Internazionale delle Mongolfiere, con l’atteso appuntamento in programma dal 7 al 9 ottobre a Fragneto Monforte e che si svolgerà in partenariato con i comuni di Campolattaro, Casalduni, Ponte e Pontelandolfo. Una manifestazione che, causa Covid, manca nella Valle del Tammaro dal 2019 ed è stata presentata in mattinata alla Rocca dei Rettori. “Finalmente quest’anno torniamo a vedere il cielo sopra Fragneto colorato dalle mongolfiere – ha subito affermato il sindaco Luigi Facchinoe siamo sicuri che sarà un’edizione particolarmente apprezzata. In un format già collaudato da tempo abbiamo, infatti, voluto introdurre delle novità con gli amici sindaci dell’Alto Tammaro e siamo assolutamente convinti che il nostro Sannio, mettendo in rete quelle che sono le proprie peculiarità, possa offrire un pacchetto turistico di prossimità fortemente attrattivo.

Tanti saranno anche gli eventi collaterali al volo delle mongolfiere e sull’importanza di tale Festival ha posto l’attenzione anche il presidente della Provincia, Nino Lombardi. “Il mio primo ringraziamento va al sindaco Facchino e agli altri sindaci per aver organizzato un evento che rappresenta la storia di Fragneto Monforte e come Provincia siamo chiamati a difendere sempre quelle che sono le potenzialità del nostro territorio. Oltre ad essere presidente della Provincia, sono anche sindaco e noi dobbiamo dare una speranza a tutti i cittadini sanniti. Le nostre principali peculiarità vanno sempre messe in evidenza e insieme dobbiamo favorire la loro crescita migliorando nella mobilità, nella viabilità e anche nella sovrapposizione degli eventi. Quest’ultima caratteristica porta inevitabilmente a parcellizzare ancora di più l’attenzione delle singole iniziative e quello della mongolfiere di Fragneto Monforte è uno spettacolo stupendo. Si fa lì anche per la particolare posizione geografica e come Provincia appoggeremo sempre questa manifestazione. Il nostro è un territorio ricco di storia e altrettanto ricco è il nostro patrimonio enogastronomico e insieme a tutti i sindaci dobbiamo soltanto coordinarci affinché aumenti l’attenzione verso il nostro Sannio. Delle risposte importanti già le abbiamo avute, come la Fondovalle Isclero e quella Vitulanese, e l’evento di Fragneto Monforte rappresenta la prova concreta di quello che in sinergia possiamo fare”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.