FIGC proroga stop del calcio fino al 14 giugno: l’auspicio è che poi si torni a giocare

La FIGC ha prorogato questa sera la sospensione dell’attività sportiva fino al 14 giugno.

La Federcalcio ha preso atto delle determinazioni assunte nel DPCM del 17 maggio e della sospensione sino al 14 giugno 2020 degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. La federazione, a fine nota, chiosa con un sibillino ma quanto importante “nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione delle autorità competenti a riguardo”: l’auspicio, infatti, è quello di non dover più procrastinare il ritorno in campo dei calciatori, così da non accorciare ulteriormente la finestra di tempo concessa dalla UEFA. Anche i vertici del calcio europeo, comunque, non stanno vivendo giorni facili: rinviato a metà giugno il summit dell’esecutivo previsto per il 27 maggio, il presidente Ceferin potrebbe decidere di far slittare ulteriormente la data del 3 agosto come termine ultimo per la conclusione dei campionati, rivedendo così ulteriormente il calendario delle coppe europee.

Il numero uno del calcio italiano, Gabriele Gravina, spera, compatibilmente con la situazione epidemiologica del Paese, di non dover rinviare oltre: il protocollo rivisto e inviato al Comitato tecnico scientifico contenente delle modifiche sul piano della quarantena collettiva e della responsabilità diretta del medico sociale, deve ancora ricevere l’approvazione degli esperti. La Lega A, intanto, ha già stilato il calendario di campionato e Coppa Italia: ritorno in campo previsto per sabato 13 giugno (Gravina spera in uno “sconto” dal Governo) per terminare nei tempi previsti dalla UEFA. In B, invece, ci si muove step by step: dopo aver approvato all’unanimità la ripresa degli allenamenti collettivi a 10 giorni dall’emanazione del protocollo, non è stata ancora fissata dal direttivo presieduto anche dal presidente Vigorito, una data per la ripresa. L’idea resta comunque quella del 20 giugno, altrimenti i tempi si allungherebbero di parecchio, contando anche il post-season (5 partite) oltre alle 10 gare di campionato restanti. (GdS)

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.