Forestali, sindacati chiedono incontro al Prefetto

Con una lettera inviata al Prefetto Carlo Torlontano e per conoscenza al Presidente della Provincia Nino Lombardi, ai presidenti delle Comunità Montane del Titerno – Alto Tammaro, del Fortore e del Taburno, rispettivamente Gianfranco Rinaldi, Zaccaria Spina e Gennaro Caporaso, le sigle Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno inoltrato una richiesta d’incontro per il settore forestazione, la cui situazione “nel Sannio ed in Campania ormai è in una fase non più sopportabile e sta vivendo una fase di forte tensione sociale” scrivono i sindacati

Nello scorso incontro del “Tavolo di Partenariato” del settore forestale alla presenza dell’assessore Caputo, è emerso che, “ad oggi gli Enti Delegati sono in istruttoria per aver l’acconto del 20% sui fondi FESR 2022/23. Senza l’approvazione dei progetti le risorse non saranno erogate, e quindi si rischia ancora di non poter corrispondere le spettanze maturate e maturande ai lavoratori idraulico-forestali, già in grossa sofferenza”. I sindacati dunque “chiedono una cortese sollecita convocazione presso sede Prefettura congiuntamente ai presidenti degli Enti Delegati (Provincia, Comunità Montane Alto Tammaro-Titerno, Fortore e Taburno), con una delegazione di lavoratori idraulico-forestali che da sempre lavorano con tanto impegno senza percepire un regolare stipendio, per una valutazione complessiva della problematica in generale. Tanto premesso, con la presente le organizzazioni, confidando ancora nella Vostra sensibilità, e la possibilità di esporre le problematiche inerenti alla grave situazione in cui versano i lavoratori da mesi senza stipendio, per trovare le adeguate condizioni e per scongiurare azioni incontrollate”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.