Forte e la Strega, un’avventura durata ‘appena’ poco più di un anno

L’esperienza di Francesco Forte al Benevento è giunta al capolinea e l’attaccante romano lo si può considerare ormai un nuovo calciatore dell’Ascoli. Giunto nel Sannio poco più di un anno fa, era infatti il 14 gennaio quando il club giallorosso ha ufficializzato l’acquisto dal Venezia, per provare a non far rimpiangere Lapadula che in quelle settimane era intenzionato ad andare via, la sua avventura ai piedi della Dormiente si conclude dopo ‘appena’ 374 giorni. Un lasso di tempo piuttosto breve considerate le aspettative che sia la società che la piazza ha riversato sullo “squalo” si da subito, ma soprattutto nella stagione in corso il feeling tra le varie parti è andato via via deteriorandosi sempre di più e ciò ha spinto la dirigenza a prendere realmente in considerazione l’opzione della cessione.

La formula con la quale si trasferisce nel capoluogo marchigiano è la stessa che l’ha condotto in giallorosso un anno fa e quindi quella del prestito oneroso con obbligo di riscatto al termine della stagione in corso e fissato a 1,5 milioni di euro. Per lui un contratto fino al 30 giugno 2026 e quindi un anno in più rispetto all’accordo che aveva in corso con il club giallorosso.

Per un attaccante che va via ce n’è un altro che arriva e infatti nella giornata di ieri la dirigenza sannita ha concluso l’operazione Stefano Pettinari con la Ternana. In questo caso, come confermato da “skysport”, la formula utilizzata è quella del prestito con diritto di riscatto fissato a 500mila euro a fine stagione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.