Forza Italia: “Russo, Capuano e Lombardi non usino più nome del partito”

Con una nota i vertici sanniti di Forza Italia Iannace e de Longis hanno invitato i consiglieri comunali eletti nella lista di Forza Italia, Nanni Russo, Antonio Capuano e Mila Lombardi, a non utilizzare più il simbolo del partito a Palazzo Mosti.

“Viste le dichiarazioni fornite alla stampa – si legge – dai Consiglieri Comunali Antonio Capuano e Nanni Russo, a seguito della paventata richiesta di sospensione, ovvero espulsione dal partito F.I., di ritenersi già fuori dal partito nel quale sono stati eletti e non avendo provveduto (evidentemente) all’adesione ex art. 8 Regolamento, nonché in ossequio alla storica ordinanza del Tribunale di Palermo sez. Imprese del 4.03.2015 in ordine all’indebito uso della denominazione, ovvero del simbolo di un partito politico, che va tutelato come espressione dell’identità personale del gruppo di individui che si associano per la condivisione di una determinata idea politica, si invitano i Consiglieri Comunali di Benevento Nanni Russo, Antonio Capuano e Mila Lombardi, eletti nella lista Forza Italia alla tornata elettorale 2016, ai quali si riconosce rispetto e correttezza personale mai venute a mancare, ad abbandonare definitivamente l’utilizzo della denominazione Forza Italia, onde evitare di generare nella cittadinanza e nei loro stessi elettori il dubbio che esista una confusione di ruoli ed appartenenze in tutte le componenti interessate in questo momento”.

“Stesso invito – precisano – lo si rivolge alla Consigliera Giuliana Saginario, benché non eletta nelle fila di F.I., ma parimenti indebita utilizzatrice della denominazione Forza Italia, non condividendone (si presume) i valori e le scelte di indirizzo politico. Si augura agli stessi un proficuo percorso politico-amministrativo, non beneficiando però della denominazione Forza Italia, patrimonio esclusivo del Partito stesso e non dei singoli soggetti”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.