Lunedì 23 Settembre alle ore 17:00 a Foiano Valfortore presso il ristorante San Giovanni in contrada San Giovanni a Mazzocca, si terrà il primo incontro di animazione territoriale organizzato dal Gal Area Fortore, in qualità di Soggetto Capofila del costituendo comitato promotore, per l’individuazione e costituzione di un secondo Distretto Agroalimentare di Qualità (oltre a quello che sta portando avanti il Gal Titerno). All’iniziativa parteciperanno molti stakeholders presenti sul territorio come associazioni di categoria, aziende agricole, imprese agroalimentari ed enti pubblici, che hanno deciso di avviare l’iter per ottenere da parte della Regione Campania il riconoscimento del D.A.Q SANNIO.

A riguardo il Presidente del Gal Area Fortore, Davide Minicozzi, afferma: “Il Distretto Agroalimentare di Qualità SANNIO nasce dalla comune riflessione dei quattro GAL Sanniti, espressione di territori accomunati da identità produttive complementari, come quello del taburno-fortore e quello del titerno-tammaro, che hanno deciso di avviare un nuovo percorso programmatico per mettere al centro le filiere agroalimentari presenti soprattutto nell’area del fortore e del tammaro grazie alla presenza diffusa di imprese agricole ed agroalimentari che contraddistinguerebbero nettamente questo D.A.Q. anche a livello regionale.

Sarà un Distretto caratterizzato da una antica tradizione di produzioni agroalimentari di grande qualità, da un solido patrimonio di conoscenze e saperi e dalla presenza di un cospicuo indotto al servizio delle imprese locali. A tutto ciò si aggiunge il patrimonio dell’accoglienza e della ristorazione, che in questo contesto trovano una propria naturale collocazione. Sono sicuro che questo DAQ, appena ottenuto il Riconoscimento da parte della Regione Campania, valorizzerà al massimo le vocazioni territoriali previste, incoraggiando anche forme di buona occupazione. Occorre anche dire che il Distretto Agroalimentare di Qualità Sannio, per le sue particolari caratteristiche, potrà concorrere fin da subito ai benefici nazionali destinati ai Distretti del Cibo, introdotti da una recente novità legislativa, il comma 499 dell’art. 1 della Legge n. 205/2017 (“Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018”) e che saranno messi in atto dal MIPAAFT entro fine anno”.