Con la chiusura dei primi bandi PSR pubblicati dal Gal Taburno e precisamente quelli inerenti le misure 3.1.1, 3.2.1, 6.4.1, 7.5.1, 16.3.1,16.4.1 e 16.5.1, si avvia la fase di ricevibilità ed istruttoria dei progetti presentati dai potenziali beneficiari sia pubblici che privati. Tale fase sarà svolta internamente dal Gal Taburno attraverso una apposita commissione di valutazione.

Il Presidente Amore a riguardo dichiara: “Dopo i numerosi incontri di animazione sul territorio organizzati tra luglio e settembre in cui abbiamo presentato le opportunità di finanziamento che i Comuni e le aziende potevano utilizzare partecipando ai vari bandi, la risposta ed il riscontro è stato molto positivo infatti sono arrivate al Gal numerose domande di sostegno che dimostrano la grande attenzione che c’è per il PSR e la strategia di sviluppo locale attuata dall’ATI GAL Taburno e GAL Area Fortore sul territorio del Taburno, delle colline beneventane e del Fortore. Adesso lavoreremo per rendere quanto più efficiente possibile e veloce il lavoro della commissione interna”.

“Sicuramente – prosegue – occorre sottolineare ancora una volta che purtroppo la dotazione a disposizione non permetterà al Gal Taburno di finanziare tutte le progettualità ma il nostro auspicio è che, nella prima decade del 2020, si possano già consegnare i primi decreti di concessione ai beneficiari in modo da permettergli di avviare e realizzare i programmi di investimento finanziati. Per fine anno inoltre pubblicheremo anche gli ultimi bandi previsti dalla SSL e precisamente quelli relativi alle misure 4.1.3, 6.2.1, 8.5.1, 16.1 e 16.9, avviando anche gli incontri di animazione per presentarli al territorio”.