“Io credo che la lotta al gas Radon sia un momento di garanzia per salvaguardare la salute dei cittadini. Ma mi chiedo, e chiedo, con quali risorse tutto questo potrà avvenire?” è il quesito che si pone il sindaco Clemente Mastella in merito alla nuova legge regionale sul pericoloso gas Radon, che si sviluppa negli ambienti chiusi.

“Quali strumenti – prosegue – sono stati posti in essere per discutere, approfondire tra le Istituzioni e decidere il modo più efficace per la prevenzione? Noi abbiamo avviato il monitoraggio, ma quanti sanno cosa si dovrà fare? Allora chiedo al presidente De Luca di prolungare i termini perentori, di fornire gli strumenti operativi e finanziari e non di scaricare sulle spalle, al solito, degli amministratori locali, il peso delle responsabilità, che questa volta riguardano anche i dirigenti scolastici e le autorità sanitarie”.

“Si convochino urgentemente incontri provinciali, si ascoltino gli amministratori e poi – conclude – si avvii una utile e programmata strategia preventiva”.