Giornata dell’Unità e delle Forze Armate, in piazza Castello la tradizionale cerimonia

Celebrata da tradizione anche in città la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, con il prefetto Carlo Torlontano che dopo aver letto il messaggio del Presidente Sergio Mattarella, ha deposto la corona di alloro ai piedi del Monumento ai Caduti. Alla cerimonia, terminata con qualche minuto d’anticipo a causa della forte pioggia abbattutasi in città, hanno preso parte le principali cariche istituzionali e militari, con il Comandante Provinciale dei Carabinieri Enrico Calandro che ha letto a sua volta il messaggio del Ministro della Difesa, Guido Crosetto. Presenti, oltre al sindaco Clemente Mastella e al Presidente della Provincia Nino Lombardi, anche i parlamentari sanniti Mimmo Matera e Francesco Maria Rubano. La benedizione della corona è stata affidata a monsignor Felice Accrocca e presenti alla cerimonia odierna anche il rettore dell’Unisannio Gerardo Canfora, una rappresentanza di studenti dell’Istituto Comprensivo “Federico Torre” e di sindaci della provincia.

“Il ricordo della prima guerra mondiale, ma anche quella attuale e la crisi del gas sono elementi che portano tutti noi a stringersi insieme – ha affermato il prefetto Torlontano -. Oggi ricordiamo tutti coloro che si sono sacrificati affinché noi avessimo i valori della libertà e della democrazia. Celebriamo anche tutte le donne e gli uomini che su mandato del Governo sono all’estero per cercare di portare in Paesi meno fortunati del nostro quei valori che ho appena citato. Per le forze armate la giornata di oggi rappresenta una celebrazione e per tutti noi un’occasione di riflessione”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.